No a violenza sulla donne, manifestazioni in tutto il mondo

1' di lettura

Migliaia le iniziative nella Giornata mondiale dell'Onu. Ban Ki-moon: "Più del 70% è stata vittima di soprusi almeno una volta nella vita". Letta: "Battaglia culturale a 360 gradi". Da Napolitano onorificenza alla donna sfregiata con l'acido a Pesaro

#NoAllaViolenzaSulleDonne, la giornata sui social media

Tante le iniziative in Italia e nel mondo in occasione della Giornata Onu contro la violenza sulle donne che si celebra oggi 25 novembre. Obiettivo? Accendere i riflettori sul fenomeno e contrastarlo. Un fenomeno che ha dimensioni agghiaccianti: più del 70% delle donne nel mondo ha subito violenza almeno una volta nel corso della vita, ha ricordato il segretario generale delle Nazioni unite Ban Ki-moon.

Letta: "Dichiarare guerra alla violenza sulle donne"
- "Vogliamo dichiarare guerra alla violenza contro le donne" e abbiamo intenzione di dare "continuità a questo lavoro: è la priorità del lavoro del governo", dice il premier Enrico Letta facendo il punto sull'attività del governo sul tema della violenza sulle donne dopo la legge approvata nell'ottobre scorso. Il premier ha parlato di una "battaglia culturale a 360 gradi".



Lettura alla Camera - Si muovono le istituzioni, ma non solo. "Dobbiamo porre l'attenzione su un fenomeno terrificante, ancora in aumento, che si può contrastare con la prevenzione, ma servono risorse adeguate" ha detto Laura Boldrini, presidente della Camera, che ospita parlamentari e ministre, attrici e cantanti perché prendano parte alle lettura dei monologhi di Serena Dandini, "Ferite a morte", una Spoon River di storie di donne uccise per mano di mariti, compagni o fidanzati.

Napolitano nomina Cavaliere donna sfregiata con l'acido - E in occasione della giornata il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha voluto conferire l'Onorificenza di Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana a Lucia Annibali, l'avvocatessa di Pesaro sfregiata con l'acido per ordine del suo ex fidanzato. La nomina all'avvocatessa Annibali è stata motivata "per il coraggio, la determinazione, la dignità con cui ha reagito alle gravi conseguenze fisiche dell'ignobile aggressione subita".  "Il  comportamento di Lucia Annibali - si legge nella nota del Quirinale che riferisce la notizia - costituisce un fermo invito a reagire e a guardare al futuro rivolto a tutte le donne vittime della violenza maschile".

Daniela Missaglia: "La violenza assistita è la più drammatica" - "La violenza più drammatica è la violenza assistita, quella che vede i bambini muti testimoni davanti ai litigi dei genitori che spesso sfociano in atti di aggressioni talmente violenti da creare traumi non solo a chi subisce questa violenza", spiega l'avvocato Daniela Missaglia a Sky TG24 (VIDEO):

Leggi tutto