L'America si ferma per ricordare JFK

1' di lettura

A 50 anni dall'assassinio che sconvolse gli Usa e il mondo intero, Dallas si inchina per onorare il 35esimo presidente della storia degli Stati Uniti, ucciso il 22 novembre 1963. L'uomo che, come lo ha definito Obama, "ha incarnato l'America". LO STORIFY

a cura di Pamela Foti

Sono passati 50 anni dal giorno che cambiò l'America. E il mondo intero. Il 22 novembre 1963, mentre transitava su un'auto scoperta per le vie della principale città del Texas, veniva assassinato il presidente degli Usa John Fitzgerald Kennedy (tutti i video). Oggi Dallas non vuole più essere 'The City of Hate', la città dell'odio. Vuole togliersi di dosso questa etichetta che tanti gli hanno affibiato dopo quel venerdì di 50 anni fa. E così si inchina, unita, per onorare la memoria del suo 35esimo presidente, l'uomo che, come lo ha definito Barack Obama, "ha incarnato l'America".

Uno storify per ripercorrere quei momenti che hanno scritto la storia:


Leggi tutto