Aereo si schianta in Russia: 50 morti

1' di lettura

Secondo il ministero delle Emergenze russo, il Boeing 737 proveniente da Mosca è esploso in fase di atterraggio all'aeroporto di Kazan. Non vi sarebbero sopravvissuti. Per l'agenzia Interfax all'origine dell'incidente forse un errore del pilota

Un Boeing 737 che volava sulle tratte nazionali si è schiantato in Russia causando la morte di 50 persone. Secondo il ministero delle Emergenze russo, l'aereo (della compagnia regionale Tatarstan Airlines), stava volando da Mosca verso l'aeroporto di Kazan, 700 km a Eest della Capitale. Lo schianto è avvenuto al momento dell'atterraggio e l'aereo è esploso poco dopo.

Secondo il ministero non vi sono sopravvissuti allo schianto. Le vittime sarebbero 44 passeggeri e sei membri dell'equipaggio. Secondo quanto riferito dai media russi, l'aereo ha provato per tre volte ad atterrare prima di schiantarsi ed esplodere. A causare l'incidente potrebbe essere stato l'errore del pilota.

Tra le 50 persone morte ci sarebbe anche uno dei figli del presidente della regione, Rustam Minnikhanov. Stando alla lista dei passeggeri pubblicata su alcuni siti Irek, questo il nome della vittima, si trovava sull'aereo.

Leggi tutto