Filippine, ciò che resta dopo il tifone Haiyan: VIDEO

1' di lettura

Migliaia di vittime e dispersi, case distrutte, auto spazzate via dalla furia del vento. Tacloban, capitale della provincia di Leyte, è in ginocchio. In queste immagini la situazione dopo il passaggio del ciclone, che ora punta il Vietnam. TUTTI I VIDEO

Il bilancio delle vittime del super tifone Haiyan che ha colpito le Filippine potrebbe arrivare alla cifra di oltre 10.000 morti. Lo hanno riferito le autorità locali, anche se l’ambasciatore d’Italia a Manila, Massimo Roscigno, intervistato da Sky TG24 ha parlato di un bilancio ancora da confermare.
Tacloban, capitale della provincia di Leyte, è "totalmente distrutta" (qui le foto dall'alto), hanno riferito diversi testimoni (GALLERY 1 - 2 - 3). "La gente", ha raccontato Andrew Pomeda, 36 anni, insegnante, "vaga per strada impazzita, per aver perso la famiglia o per cercare cibo. Molti sono diventati aggressivi e violenti e vi sono saccheggi dappertutto. Entro una settimana, se qui non arrivano i soccorsi, moriremo tutti di fame".


"Circa il 70-80% delle abitazioni che si trovavano lungo il percorso del tifone sono state distrutte", hanno affermato le autorità. A Washington il capo del Pentagono, Chuck Hagel, ha annunciato che gli Stati Uniti invieranno aiuti militari. Anche il Segretario generale delle nazioni Unite, Ban Ki-moon ha sollecitato le agenzie umanitari del Palazzo di vetro a "rispondere rapidamente" all'emergenza.

Intanto oltre 600.000 persone sono state evacuate in Vietnam, dove si sta dirigendo il super tifone Hayan. Lo hanno riferito le autorità locali, sottolineando che le abitazioni lasciate dagli abitanti in fuga sono 174.000.

Leggi tutto