Grecia, il video dell’omicidio dei militanti di Alba Dorata

1' di lettura

La polizia ha diffuso le immagini dell’agguato ad Atene avvenuto il 1° novembre nei pressi della sede del partito neonazista. Si segue la pista dell’estremismo di sinistra. Intanto il paese si è fermato per un nuovo sciopero generale

Un video registrato dalle telecamere di sicurezza negli istanti in cui si è consumato l’agguato contro i militanti di Alba Dorata. La polizia greca ha deciso di diffondere queste immagini (guarda in alto) sperando di ottenere, da qualche testimonianza, un ulteriore indizio sull’assalto del 1° novembre ad Atene costato la vita a due ragazzi, di 20 e 23 anni, militanti del partito filonazista greco.
La pista privilegiata resta quella dell’estremismo rosso, ma c’è anche chi intravede dietro l’agguato la mano eversiva di chi vuole destabilizzare ulteriormente il paese.

Mercoledì 6 novembre, intanto, un nuovo sciopero generale (il quinto dall’inizio dell’anno) ha bloccato la Grecia. La protesta è stata indetta il giorno dopo l'arrivo ad Atene degli ispettori della troika. "Lavoratori, pensionati e disoccupati si troveranno in un incubo senza fine. Il governo e la troika stanno distruggendo questo Paese", hanno scritto in una nota i lavoratori del porto. I sindacati temono che sia necessario imporre altri tagli a stipendi e pensioni per centrare gli obiettivi del piano di salvataggio nei prossimi anni mentre l'incertezza sul bisogno di ulteriori finanziamenti, di cui Atene potrebbe aver bisogno l'anno prossimo, alimenta voci su una nuova serie di tagli. I sindacati protestano anche contro i previsti licenziamenti nel settore pubblico e le privatizzazioni.

Leggi tutto