Venduto per un milione il violino suonato sul Titanic

Il violino suonato sul Titanic
1' di lettura

Messo all'incanto lo strumento di Wallace Hartley, tra le vittime del naufragio, che allietò le ultime ore dei passeggeri della nave. La base d'asta era di 300mila sterline

Il violino suonato per tranquillizzare i passeggeri del Titanic, mentre il transatlantico stava per affondare, è stato venduto all'asta per 900mila sterline (poco più di un milione di euro), nella contea del Wiltshire, in Inghilterra.
Lo riferisce la Bbc, ricordando che il violinista che aveva intrattenuto i passeggeri della nave si chiamava Wallace Hartley, anche lui tra le oltre 1.500 vittime della tragedia del secolo scorso.

La base d'asta era di 300mila sterline (circa 354mila euro). Il violino, sostiene il banditore d'asta Alan Aldridge, è il pezzo "più raro ed iconico" dei cimeli del Titanic. Per riuscire ad identificarlo, con l'aiuto degli esperti, alla casa d'aste Henry Aldridge & Son ci sono voluti sette anni, ma per alcune persone non si tratterebbe dell'originale.
Si sostiene però, prosegue la Bbc, che il violino sia riuscito a mantenersi in acqua all'interno di una custodia di pelle legata al corpo di Hartley.

Sul diario della sua fidanzata, Maria Robinson, c'era scritto che il pezzo le era stato consegnato dopo essere stato recuperato dal mare. Con la morte della donna, nel 1939, il violino è stato donato all'Esercito della Salvezza e successivamente consegnato alla madre dell'attuale proprietario, rimasto anonimo, nei primi anni '40. Il violino, ha fatto sapere la casa d'aste, ha attirato l'attenzione di collezionisti da tutto il mondo e oltre 315mila persone sono andate a vederlo in un'esposizione, durata tre mesi, negli Stati Uniti.

Leggi tutto