Missoni, recuperati i resti di alcune persone a Los Roques

1' di lettura

Secondo alcuni quotidiani del Venezuela, i corpi sarebbero stati ritrovati nel relitto del velivolo scomparso il 4 gennaio, con a bordo lo stilista, la moglie e una coppia di amici. Le famiglie: "Nessuna comunicazione ufficiale"

Sarebbero stati ritrovati a Los Roques i resti di 3 persone. Potrebbe trattarsi di Vittorio Missoni, della moglie e della coppia di amici che erano sull'aereo scomparso il 4 gennaio scorso.
La notizia è riportata dalle agenzia di stampa. Secondo quanto riferito, i resti sarebbero stati estratti dal velivolo Islander YV-2615 a Los Roques. Apparterrebbero a tre di Vittorio Missoni, Maurizia Castiglioni, Guido Foresti, Elda Scalvenzi e il copilota Juan Carlos Ferrer Milano.
I resti delle vittime della sciagura sono stati messi a disposizione dell'autorità giudiziaria per l'autopsia. Le autorità venezuelane mantengono il più stretto riserbo sul ritrovamento. Mentre le famiglie Missoni, Castiglioni, Foresti e Scalvenzi "informano di non aver ricevuto alcuna comunicazione dettagliata e ufficiale in merito".

Il relitto dell'aereo - Al via anche le operazioni di recupero del relitto dell'aereo per stabilire le cause dell'incidente, se si sia trattato di un errore umano o di un'avaria tecnica. L'aereo sul quale viaggiavano Missoni e i suoi amici era scomparso il 4 gennaio scorso ed era stato individuato il 26 giugno scorso sulla rotta tra Los Roques e l'aeroporto di Caracas, Maiquetia grazie alle tecnologie della nave oceanografica americana Deep Sea. L'aereo era a 76 metri di profondità, spezzato in diversi punti. Della vicenda si era parlato l'ultima volta per il ritrovamento di due borsoni, rinvenuti
dalla polizia della piccola isola di Bonaire e restituiti dal mare su una spiaggia.

Le reazioni da Sumirago - Il sindaco di Sumirago, il paese in provincia di Varese dove si trova la villa della famiglia Missoni e il quartier generale della griffe, ha così commentato all'Ansa la notizia del ritrovamento dei corpi: "Finalmente la famiglia potrà avere un corpo su cui piangere anche se questa non è una consolazione. L'incertezza ha logorato tutti, e in particolare Ottavio, il patriarca (morto nel mese di maggio, ndr)". Vittorio Missoni, come ha spiegato il sindaco, era "molto inserito nella vita del paese". "C'è un grande affetto della comunità sumiraghese" ha detto poi a Sky TG24 il sindaco. "Ci stringiamo attorno alla famiglia, oggi ancora di più".

La scomparsa il 4 gennaio - Il BN-2 Islander era sparito poco dopo il decollo da Los Roques, l'arcipelago turistico caraibico 200 chilometri a nord di Caracas. L'ultimo contatto con i piloti avvenne alle 18 ora locale del giorno dell'incidente a 10 miglie nautiche da Los Roques.
Missoni, che aveva 58 anni, direttore generale della casa di moda, era in vacanza da una settimana. Il gruppo era arrivato nelle paradisiache isole circondate dai Caraibi il 28 dicembre, e quello spostamento aereo verso Caracas stava segnando la fine della vacanza: il gruppo sarebbe infatti ripartito per l'Italia con un volo nella notte. Una settimana prima nella stesse acque era stato ritrovato un aereo precipitato, ironia della sorte, il 4 gennaio, ma del 2008, con 14 persone a bordo, tra cui 8 italiani, mentre percorreva la tratta inversa, tra Caracas e Los Roques.

Leggi tutto