Datagate, compagno giornalista dello scoop fermato per 9 ore

L'articolo sul Guardian
1' di lettura

Il partner brasiliano del reporter del Guardian che ha pubblicato le rivelazioni di Snowden sarebbe stato interrogato per diverse ore e poi rilasciato all'aeroporto londinese di Heathrow. La polizia ha tirato in ballo leggi antiterrorismo

Le autorità britanniche avrebbero fermato per alcune ore domenica 18 all'aeroporto londinese di Heathrow il compagno di un giornalista vicino a Edward Snowden, l'ex contractor di un'agenzia di spionaggio americana che ha ottenuto asilo in Russia.

David Miranda, 28enne brasiliano e compagno del giornalista statunitense Glenn Greenwald che scrive per il Guardian, sarebbe stato interrogato per nove ore prima di essere rilasciato senza accuse, come scrive il quotidiano britannico sul proprio sito.

Un portavoce del British Metropolitan Police Service ha detto che un 28enne è stato fermato all'aeroporto di Heathrow sulla base del Terrorism Act 2000. Le norme danno agli agenti britannici la possibilità di sottoporre qualcuno a interrogatorio per "determinare se l'individuo sia una persona coinvolta nell'attuare, preparare o mettere in atto azioni terroristiche".

Negli Usa Snowden è accusato per aver diffuso documenti che rivelavano programmi americani di controllo del traffico telefonico e Internet, fino ad allora rimasti segreti. La Russia ha respinto le richieste americane di estradare Snowden negli Stati Uniti per sottoporlo a processo, garantendogli invece, il primo agosto, un anno di asilo.

Leggi tutto