Allerta terrorismo, Obama: "La minaccia è significativa"

1' di lettura

Dopo la chiusura di alcune ambasciate e il “travel alert” ai cittadini americani, il presidente spiega: “L’estremismo radicale e violento c’è ancora. Si può andare in vacanza lo stesso, ma occorre farlo in modo prudente”

Nessuna reazione esagerata da parte degli Stati Uniti con la chiusura di ambasciate e consolati: la minaccia di attacchi è "significativa", "l'estremismo radicale e violento c'è ancora". Il presidente americano, Barack Obama, interviene - durante The Tonight Show di Jay Leno - sull'allerta scattata e sulle misure prese dagli Usa, come il 'travel alert' ai cittadini americani. "Si può andare in vacanza lo stesso, ma solo farlo in modo prudente guardando sul sito del Dipartimento di Stato le informazioni quotidiane prima di fare piani. Le possibilità di morire in un attacco terroristico sono minori di quelle di morire in un incidente stradale, sfortunatamente".
Le parole di Obama arrivano mentre, secondo indiscrezioni, è stato lo stesso presidente a ordinare attacchi con droni in Yemen negli ultimi 10 giorni per cercare di sventare il complotto terroristico: non è chiaro - riporta il Washington Post citando alcune fonti - se gli attacchi siano riusciti nel loro obiettivo.

Il tweet del Dipartimento di Stato che, oltre all'evacuazione di tutto il personale diplomatico dallo Yemen, ha chiesto a tutti gli americani nel Paese di andare via "immediatamente".

Leggi tutto