Siria, Bonino: "Padre Dall'Oglio rapito da gruppo islamico"

1' di lettura

Il ministro degli Esteri: "Il gesuita sarebbe stato sequestrato da una versione locale di Al Qaeda". E a proposito di Domenico Quirico, inviato de La Stampa, spiega: "Sono speranzosa. Ci sono contatti con diversi canali che si interrompono e riprendono"

Padre Paolo Dall'Oglio "pare sia stato sequestrato da un gruppo islamico" che è una "versione locale di Al Qaeda". A dirlo, intervistata nel programma Unomattina, è il ministro degli Esteri, Emma Bonino: "Capirete tutti le difficoltà. Non ci diamo per vinti. Sono fiduciosa", ha aggiunto. Dalla titolare della Farnesina anche un commento su Domenico Quirico, giornalista de La Stampa scomparso in Siria: "Sono speranzosa anche se è molto difficile perché i gruppi che combattono sono molto diversi". E non "solo per la telefonata ma anche grazie a altri contatti, con diversi canali, che si interrompono e riprendono".

Il caso Dall'Oglio - Del religioso, arrivato sabato 27 luglio nella città di Raqqa, non si hanno più notizie da domenica 28. Quel giorno, secondo quanto riferito all'agenzia Ansa da attivisti che lo avevano accompagnato in Siria dalla vicina Turchia, Dall'Oglio era partito per una località sconosciuta dove aveva appuntamento con Abu Bakr al-Baghdadi, capo dello Stato islamico in Iraq e nel Levante, l'organizzazione di Al Qaida a cui è collegato il Fronte al-Nusra, principale forza jihadista dell'insurrezione siriana.

Leggi tutto