Caso Shalabayeva, Ablyazov è stato arrestato in Francia

1' di lettura

A dare la notizia l'avvocato del dissidente kazako: sarebbe stato rintracciato in una villa. Il fermo chiesto dalle autorità ucraine. Moglie e figlia erano state rimpatriate dall'Italia, provocando un caso politico

Mukhtiar Abliazov è stato arrestato nel pomeriggio di mercoledì 31 luglio a Mouans-Sartoux, vicino Grasse. A confermarlo è stata la polizia giudiziaria di Marsiglia, spiegando al Financial Times che sono state le autorità ucraine a chiederne il fermo.
Ex banchiere ed ex ministro dell'Energia, oppositore del presidente Nursultan Nazarbayev, era ricercato in Kazakistan per frode fiscale. Anche la Russia ne aveva richiesto l'estradizione. L'uomo, che ha sempre negato le accuse dichiarandosi un dissidente politico, era fuggito dal Regno Unito dove pende a suo carico una condanna a 22 mesi di carcere per oltraggio alla Corte.
Il blitz per la tentata cattura di Ablyazov, marito di Alma Shalabayeva, è al centro di una controversa polemica in Italia per l'espulsione della moglie dello stesso Ablyazov e della figlia di sei anni.

L'avvocato: "Fermato a Cannes" - La notizia è stata data per prima dal Financial Times, che ha intervistato l'avvocato di Ablyazov.  Ablyazov sarebbe stato rintracciato e trattenuto vicino Nizza, in una villa, dagli uomini della Gendarmeria locale. Secondo quanto si apprende, l'uomo aveva con sé un passaporto della Repubblica Centrafricana.

La Procura: "Non ne sappiamo nulla" - Subito dopo la notizia, però, era nato un piccolo giallo. "Non ne sappiamo nulla", avevano detto fonti della procura di Grasse, nel sud della Francia, interpellate dall'agenzia Ansa, prima di aggiungere: "Ci sembrerebbe strano perché tutto passa da noi". Anche al commissariato di Cannes dicono di non essere al corrente del dissidente kazako. In serata, la conferma del fermo.

Il post su Facebook - Intanto, su Facebook, il figlio di Mukhtar Ablyazov, un utente registrato come suo figlio, Madiyar Ablyazov, ha confermato l'arresto del padre e ha invitato a condividere l'articolo con cui il Financial Times ha dato la notizia della cattura del dissidente kazako. "Cari amici, mio padre è stato arrestato. Vi sarò grato se condividerete questo articolo per evitare una espulsione rapida e illegale, come è già accaduto in Italia con mia madre e mia sorella".

Leggi tutto