Santiago de Compostela, deraglia un treno: vittime e feriti

1' di lettura

Lo schianto all'entrata del ponte Dia de Galicia. A bordo del treno proveniente da Madrid 240 passeggeri. Alcuni testimoni hanno riferito di un'esplosione. Per il governo prevale l'ipotesi dell'incidente

Tragedia a Santiago de Compostela (mappa), in Spagna. Un treno ad alta velocità (Alvia), in arrivo nella città della Galizia, è deragliato all'ingresso della stazione. Il bilancio, che resta provvisorio, è di decine di vittime e centinaia feriti (Qui tutti gli aggiornamenti).

Il governo: "Prevale l'ipotesi dell'incidente" - L'incidente è avvenuto alle 20.40 locali all'imbocco di un viadotto, all'altezza di una curva molto stretta: tutti i 13 vagoni del convoglio, in viaggio fra Madrid e Ferrol con 240 persone a bordo, sono usciti dai binari, schiantandosi con un boato secondo il racconto di testimoni, alcuni dei quali hanno parlato di "un'esplosione". Diversi vagoni si sono piegati su un lato, mentre almeno uno si è ribaltato e ha preso fuoco. Le prime immagini hanno potuto mostrare anche alcuni corpi senza vita e feriti attorno ai quali si affannavano i soccorritori.
Per il governo spagnolo prevale l'ipotesi dell'incidente. come riferisce la portavoce del primo ministro Mariano Rajoy che ha convocato una riunione d'emergenza del
governo spagnolo a Madrid. Il ministro dell'Interno spagnolo ha scartato l'ipotesi di un attentato.

Vittime e feriti - Secondo le ultime stime dei media galiziani, i morti risultano essere almeno 35 e i feriti circa duecento, ma pompieri, polizia e forze della sicurezza locale della Galizia sono ancora sul posto, alle prese con i vagoni accartocciati. E alcune voci riferivano a tarda sera di dozzine di persone intrappolate. Sulla zona ha continuato ad addensarsi a lungo una fitta colonna di fumo, mentre arrivavano responsabili di governo, tra cui il premier Mariano Rajoy, e le autorità locali.



La tragedia alla vigilia della ricorrenza di San Giacomo - Il disastro ha oscurato il giorno d'avvio dei festeggiamenti in vista della ricorrenza di San Giacomo, patrono di Spagna e della Galizia, il cui legame con la città fa di Santiago de Compostela una delle grandi mete del pellegrinaggio cristiano in Europa, con visitatori da mezzo mondo.
La festa cade il 25 luglio, ma è annunciata secondo la tradizione dai rintocchi delle campane della Cattedrale già il 24, alla vigilia, per protrarsi di solito nella notte e poi per un' intera settimana con riti ed eventi, alcuni dei quali sono stati subito cancellati, mentre la zona del deragliamento si affollava rapidamente di ambulanze e squadre di soccorso.

La Farnesina verifica la presenza degli italiani - L'Unità di crisi della Farnesina, attraverso la rete diplomatico-consolare in Spagna, ha avviato contatti costanti con le autorità locali in seguito al deragliamento del treno a Santiago de Compostela allo scopo di verificare l'eventuale presenza di italiani coinvolti. Lo si apprende al Ministero degli Esteri.

Informazioni e aggiornamenti anche sui siti dei quotidiani El Mundo e El Pais.

Leggi tutto