Elezioni in Albania, sparatoria fuori dal seggio: un morto

1' di lettura

La vittima è un sostenitore del Movimento Socialista per l’Integrazione. Tre i feriti, tra questi ci sarebbe un candidato vicino al premier uscente. Il Paese vota per il rinnovo del Parlamento, un test cruciale per l’avvicinamento all’Ue

Alta tensione in Albania, dove le elezioni politiche sono state funestate da diversi incidenti, tra cui l'uccisione di uomo in una sparatoria a Lac, nel nord. La vittima, che la polizia ha identificato come un sostenitore del Movimento Socialista per l'Integrazione, è stato ucciso nei pressi di un seggio elettorale. Mentre si recava a votare, è stato fermato dai sostenitori di un altro partito che lo hanno bloccato. Altre tre persone sono rimaste ferite, tra cui ci sarebbero il candidato al Parlamento del Partito Democratico, Mhill Fufi, e suo fratello. 

I risultati della consultazione sono attesi per lunedì 24 giugno. Più di 3 milioni e 200mila gli elettori chiamati a votare per quello che si profila come un testa a testa tra il Partito democratico del premier conservatore Sali Berisha, a capo di una coalizione di partiti di centrodestra, e l'opposizione socialista guidata dall'ex sindaco di Tirana, Edi Rama. Il voto rappresenta un test cruciale per l'avvicinamento del paese all’Unione Europea. Dopo che le precedenti consultazioni nel ventennio post comunista sono state tutte macchiate da irregolarità, l'Albania deve dimostrare di poter garantire un voto trasparente e pacifico se vuole avviare un cammino per l'adesione all'Ue. Le denunce di brogli e le violenze che hanno animato la vigilia e le prime ore del voto fanno temere una ripetizione del caos politico seguito alle elezioni del 2009.

Le elezioni sono state inoltre precedute da diverse polemiche tra i due partiti principali, che hanno riguardato anche la commissione elettorale. A causa infatti di una disputa l'organismo sarà formato solo da 4 persone invece che 7. Il minimo legale richiesto è 5. Il presidente Bujar Nishani ha esortato gli elettori ad avere in mente come prima cosa "l'Albania ed il suo futuro". Circa 600 osservatori internazionali seguiranno lo svolgimento del voto.

Leggi tutto