Londra, soldato ucciso con machete. Forse atto terroristico

1' di lettura

Un militare sarebbe stato aggredito nel sud della capitale inglese da due uomini al grido di Allah Akbar. Secondo le prime testimonianze la vittima sarebbe stata decapitata. David Cameron convoca il comitato di crisi del governo

Segui la diretta di SkyTG24 per eventuali aggiornamenti

L'ombra di un attacco terroristico scuote di nuovo Londra. Un uomo, forse un soldato, è stato ucciso nella parte sud-orientale della capitale inglese, in un attacco con machete che le autorità temono sia di matrice terroristica. I fatti sono avvenuti nel quartiere di Woolwich. La vittima sarebbe stata aggredita, forse decapitata, a colpi di machete e altre armi da taglio da due uomini. Gli aggressori sarebbero stati poi colpiti dalla polizia. Uno sarebbe in gravi condizioni.

Cameron: "Forti indicazioni che si tratti di terrorismo" - Il premier David Cameron, che ha annunciato il rientro da Parigi dove si trova in visita di stato, ha definito l'accaduto "davvero sconvolgente" e ha convocato il Comitato di crisi del governo Cobra, una prassi che si segue solo nei casi che possono avere implicazioni con la sicurezza nazionale. Nel corso di una conferenza stampa a Parigi il premier britannico ha detto che ci sono "forti indicazioni che si tratta di un attacco terroristico",  ricordando che "abbiamo già avuto questo genere di attacchi in Gran Bretagna, ma non ci siamo mai piegati". "I terroristi non vinceranno mai", ha insistito il premier britannico.

Un testimone: "Erano come impazziti" - L'episodio sarebbe stato particolarmente brutale. Un testimone, identificato solo come James, ha raccontato alla radio Lbc che i due aggressori si sono accaniti sulla vittima con armi da taglio "come se fosse un pezzo di carne. "Quei due erano come impazziti - ha proseguito - Erano come animali. Lo hanno trascinato a terra, buttando il corpo in mezzo alla strada". I due aggressori sono  poi rimasti sul posto agitando i coltelli e una pistola, chiedendo ai passanti di scattare immagini "come se volessero andare in Tv", ha detto ancora James. Secondo quanto riferisce la Bbc, i due aggressori  nell'attacco avrebbero girato Allah Akbar (Dio è grande).

Gli aggressori si filmavano tra loro
- Altri testimoni hanno raccontato che all'uomo ucciso è stata quasi interamente staccata la testa dagli assalitori, che hanno utilizzato almeno tre armi da taglio, tra cui un machete. Sta inoltre facendo il giro del web un video diffuso da Itv news in cui un uomo di colore con una machete nella mano sinistra ed entrambe le mani visibilmente sporche di sangue urla facendo proclami politici. "Non smetteremo mai di combattervi, lo abbiamo giurato su Allah", grida l'uomo. Secondo Sky news gli aggressori si sono filmati tra di loro mentre attaccavano.




Leggi tutto