Siria, il premier si salva da un attentato: morti e feriti

1' di lettura

Wael al-Halki è sopravvissuto all'esplosione di un'autobomba nel quartiere di Mezze, a Damasco. La tv di Stato ha poi trasmesso le immagini del presidente del Consiglio: "Non è ferito". Sei le vittime dell'attacco

Sei persone sono morte e dieci sono rimaste ferite a Damasco nell'attentato con un'autobomba compiuto contro il convoglio del premier siriano. A riferirlo, la tv di Stato siriana, che precisa che l'esplosione è avvenuta nella zona di Mazzeh, quartiere nella parte ovest del centro moderno di Damasco.
Il primo ministro Wael al-Halki è sopravvissuto. "L'attacco terroristico ad al-Mezze è un tentativo di colpire il convoglio del primo ministro. Wael al-Halqi sta bene e non è ferito", ha detto la tv di Stato, prima di trasmettere le immagini del premier.

La tv di Stato: "Esplosione terroristica" - In precedenza la tv aveva detto che un'"esplosione terroristica" nel quartiere di Mezze, dove ci sono le sedi governative e di istituzioni militari e dove vivono alti funzionari siriani, aveva provocato alcune vittime. In un'immagine postata da attivisti dell'opposizione si vede una colonna di fumo nero levarsi dal presunto sito dell'esplosione.

Leggi tutto