Afghanistan, esplode ordigno: due italiani feriti

1' di lettura

Non sarebbero in pericolo di vita i militari rimasti coinvolti in un attentato nell'ovest del Paese. Si trovavano a bordo di un mezzo blindato Lince. Sono stati trasportati nell'ospedale militare da campo di Shindand

Due militari italiani che viaggiavano a bordo di un blindato sono rimasti feriti nell'esplosione di un ordigno rudimentale nell'ovest dell'Afganistan. Non sarebbero in pericolo di vita.
L'attentato è avvenuto nella mattina di sabato 14 aprile alle 9.30 locali (le 7 in Italia), durante un'attività di "village assessment" nel villaggio di Awkalan, località a 8 chilometri a sud di Shindand (MAPPA).

Secondo quanto riferiscono al comando del contingente italiano, "un mezzo blindato 'Lince' della Transition Support Unit - Center è stato investito dall'esplosione di un ordigno improvvisato". I due "non versano in pericolo di vita" e sono stati immediatamente trasportati presso l'ospedale militare da campo di Shindand. I famigliari sono stati informati dagli stessi militari.

Leggi tutto