Quando il Papa disse alla fidanzatina: "Mi farò prete"

1' di lettura

Parla Amalia, che da bambina aveva conosciuto Jorge Bergoglio: mi consegnò una lettera d'amore, con il disegno di una casetta bianca, dove sarebbe voluto andare a vivere con me. "Quando ho saputo la notizia, ho pianto dall'emozione"

Erano poco più che bambini, e lui, Jorge Mario Bergoglio, il futuro papa Francesco, le consegnò una lettera d'amore, con il disegno di una casetta bianca, in cui sarebbe voluto andare a vivere con lei e le disse: "Se non mi sposo con te, mi faccio prete". Come sono andate le cose è noto al mondo, ma a raccontare l'episodio è la fidanzatina di allora, Amalia, oggi una signora con i capelli candidi, intervistata dai giornalisti argentini.

"Gli auguro di essere sempre quello che è, di non abbandonare mai quel cammino. E che abbia sempre presente l'Argentina", dichiara ai giornalisti, divertita per tanto interesse. Ma precisa che fidanzata non è il termine esatto: "In realtà sono stata fidanzata dopo, con quelli che sarebbero stati i miei due mariti. Con lui è stato diverso, non mi propose cose 'cattive'", puntualizza. La lettera d'amore venne sequestrata però dal padre della ragazzina, e la mamma di Amalia la strappò.

"Quando ieri ho saputo dalla tv che era diventato Papa mi sono messa in piedi, ho abbracciato mio figlio e ho pianto dall'emozione", ha sottolineato la donna, che vive a Flores, il quartiere di Bergoglio a Buenos Aires. "Poi mi hanno chiamato tutti, gli altri figli, gli amici....".

"Ricordo tante cose, sua madre che per me era la 'Virgen Maria', era una donna veramente molto buona", aggiunge la signora che alla domanda se "ora vorrebbe incontrare il 'Bergoglio Papa" risponde senza tentennare un attimo: "No. Lui è in un incarico molto alto, io sono molto umile".

Anche il Pontefice è un uomo umile e austero, gli fa notare qualcuno. Amalia precisa: "Certo lo è, e lo so. Ma quando uno ha un ruolo come quello, l'ambiente ti cambia. Io sono il passato: un passato bello, pulito, semplice".

Leggi tutto