Pistorius spara alla fidanzata. Polizia: omicidio volontario

1' di lettura

Le forze dell'ordine escludono che il campione abbia scambiato Reeva Steenkamp per un ladro e parlano di precedenti casi di violenza domestica. Alcuni vicini avrebbero sentito grida e urla provenire dall'abitazione. Notte in carcere per l'atleta

L'atleta paralimpico sudafricano Oscar Pistorius, icona dello sport che sconfigge l'handicap e protagonista anche delle ultime Olimpiadi di Londra, è stato arrestato per aver ucciso la fidanzata con quattro colpi di pistola nella sua villa di Pretoria. Pistorius è stato incriminato per omicidio volontario. La polizia non sembra credere alla versione di un equivoco per cui il velocista avrebbe scambiato Reeva Steenkamp (FOTO) la fidanzata ex modella e starlette di un reality, per un ladro.
Secondo l'emittente di Johannesburg Talk Radio 702, Reeva Steenkamp è stata ferita alla testa e ad una mano. Sarebbe morta sul colpo. La tragedia è avvenuta nella notte tra il 13 e 14 febbraio nella residenza del campione pluripremiato. La villa è una grande proprietà circondata da alte mura di protezione e cani da guardia, che si trova alla periferia settentrionale di Johannesburg, nella regione di Pretoria. Alla vigilia di Londra 2012, l'atleta aveva rivelato di dormire con una pistola e un mitra in camera da letto. Il Sudafrica è uno dei paesi con il più alto tasso di criminalità al mondo soprattutto per quanto riguarda le aggressioni per rapina alle persone e nelle abitazioni.

La polizia esclude l'ipotesi dell'errore
- La stampa locale aveva diffuso la notizia che l'episodio potesse essere stato il frutto di un equivoco perché l'atleta avrebbe scambiato la fidanzata per un ladro. Il tragico paradosso, secondo qualcuno, era che Reeva Steenkamp si fosse introdotta in casa Pistorius per fargli una sorpresa per San Valentino. I media locali riportano infatti tutti il testo del tweet scritto da Reeva Steenkamp proprio la sera prima di morire. La modella aveva scritto su Twitter: "Cosa tirerete fuori dalla manica per il vostro amore domani?", accompagnandolo con gli 'hashtag' #getexcited ('entusiasti'), e #ValentinesDay.
La polizia, però, si è mostrata da subito scettica facendo notare che la villa era super protetta e che in precedenza c'erano state segnalazioni di un incidente domestico, probabilmente una violenta lite tra i due. Secondo la stampa sudafricana, Pistorius era in stato di "profondo shock" quando la polizia è arrivata nel complesso residenziale, altamente protetto, alle porte di Pretoria.
Un dramma dunque torna a segnare la vita dell'atleta, già colpito dalla doppia amputazione, quando era ancora bambino per una gravissima malattia, ad entrambi gli arti inferiori. Nel 2009, inoltre, Pistorius era stato arrestato per aver aggredito una donna. "Siamo sotto shock, non abbiamo informazioni. Oscar è con la polizia" le prime dichiarazioni rilasciate da Henke Pistorius, padre dell'atleta.

Pistorius passerà la notte in carcere - Pistorius, intanto, passerà la notte in prigione. L'atleta comparirà presso il tribunale di Pretoria venerdì 15 alle 9 (le 8 in Italia).

Reeva Steenkamp, tra le 100 donne più sexy del mondo - Reeva era nata a Cape Twon ma cresciuta a Port Elizabeth (LE FOTO). Laureata in legge alla Nelson Mandela Metropolitan University, si era trasferita a Johannesburg per lavorare come modella e presentatrice.
Appassionata di macchine e cucina, sul suo profilo Facebook si descriveva come "modella sudafricana, ragazza copertina per Fhm, concorrente del programma Tropika Island of Treasure, laureata in legge e ambasciatrice". La fidanzata di Pistorius era infatti anche testimonial per una campagna contro gli stupri dedicata a Anene Boysen, una ragazza di 17 anni brutalmente violentata da un branco e poi morta di agonia a causa delle tremende ferite inferte. Solo quattro giorni prima di essere uccisa, Reeva a questo proposito aveva postato sulla sua pagina Facebook: "Stamattina mi sono svegliata in una casa sicura e felice. Non a tutti capita. Solleva la tua voce contro gli stupri in Sudafrica".

Leggi tutto