Usa: Obama vara il piano anti-armi

1' di lettura

Il presidente americano presenta alla Casa Bianca il pacchetto di iniziative diventato ancora più urgente dopo la strage di Newtown: saranno vietati i fucili da assalto e ci saranno controlli più stringenti sugli acquirenti. "Facciamo la cosa giusta"

Con una conferenza stampa alla Casa Bianca Barack Obama ha svelato il suo piano per cercare di ridurre l'uso delle armi da fuoco negli Stati Uniti. "Abbiamo davanti una sfida complicata. Proteggere i nostri bambini non dovrebbe dividerci" ha detto il presidente americano illustrando il suo progetto, aggiungendo: "Dobbiamo agire ora, facciamo la cosa giusta"Il piano prevede la messa al bando di tutte le armi da assalto e un controllo sui precedenti penali di chiunque acquisti una pistola. Saranno anche limitati i caricatori a un massimo di 10 proiettili.

Le misure previste - Tra le altre misure è previsto il divieto negli Usa delle pallottole perforanti, sia impedendo la loro fabbricazione negli Usa che la loro importazione; adottare un programma per arruolare 1.000 vigilantes armati a protezione delle scuole; un programma di controllo dei precedenti - a livello federale e non solo del singolo Stato - per qualsiasi acquisto di un'arma (incluse quelle acquistate nelle fiere campionarie dove non era prevista alcuna verifica).

23 decreti presidenziali - Il tema della diffusione delle armi da fuoco negli Stati Uniti si è fatto particolarmente stringente dopo la strage di Newtown, lo scorso dicembre, quando vennero uccisi 20 bambini e 6 adulti. Obama ha varato 23 decreti presidenziali immediatamente efficaci su altrettante misure che non richiedono l'approvazione di una legge da parte del Congresso. Altri provvedimenti invece richiederanno l'approvazione del Congresso. Il presidente ha firmato i decreti circondato da un gruppo di bambini.

Obama: "I cittadini chiederanno conto al Congresso" - Il passaggio delle norme al Congresso non si prevede agile. E pertanto il presidente ha esortato gli americani a chiedere "al  Congresso di agire" per fermare la violenza delle armi e se non lo fa "chiedano ragioni".  "Dobbiamo esaminare i nostri cuori e chiederci che cosa sia  importante - ha detto Obama - e questo non potra' succedere se il  popolo americano non lo domanda". Obama ha inziato il suo discorso  salutando i genitori di alcuni dei bambini uccisi a Newtown che hanno  partecipato alla cerimonia, ricordando come "la difesa dei nostri  bambini è per noi una priorità".

Nra: "Sarà la battaglia del secolo"
- "Sarà la battaglia del secolo": questa la risposta della National Rifle Association (NRA), la potente lobby delle armi Usa al piano legislativo di Obama. "Non è per proteggere i bambini o per fermare i crimini. E' per vietare le vostre armi", scrivono i vertici della Nra in una lettera agli iscritti.

Leggi tutto