Arriva Wikivoyage, la guida turistica partecipativa

Il nuovo logo di Wikivoyage. Fonte: Wikipedia
1' di lettura

Disponibile in nove lingue, tra cui l'italiano, vuole essere l'opzione online gratuita per i globe-trotter che vorranno sapere come e cosa visitare. Il presidente Brioschi a Sky.it: "A differenza delle pubblicazioni di settore non daremo giudizi"

di Eliano Rossi

Per chi viaggia sarà una manna. Per le pubblicazioni di settore, forse, una maledizione. Il 15 gennaio 2013, a dodici anni esatti dal lancio di Wikipedia, arriva Wikivoyage: la guida turistica online promossa dalla Wikimedia Foundation, che aiuterà migliaia di globe-trotter a orientarsi durante i loro viaggi. A poche ore dalla presentazione ufficiale contiene già 50 mila voci (2.283 nella versione italiana) destinate a moltiplicarsi col passare dei giorni.

“Cercheremo di censire strutture che possano aiutare i turisti in giro per il mondo, come i trasporti, gli alberghi e i ristoranti”, spiega a Sky.it Frieda Brioschi, presidente di Wikimedia Italia. “Lo faremo prendendo in considerazione criteri oggettivi, come il numero di stelle e il costo, mantenendo sempre un punto di vista neutrale. A differenza delle pubblicazioni di settore non daremo giudizi”.
La guida, completamente gratuita e senza pubblicità, è disponibile in inglese, italiano, tedesco, olandese, francese, russo, portoghese, spagnolo e svedese. Si pone l'obiettivo di diventare un punto di riferimento per chiunque voglia affrontare un viaggio. Lo scopo è quello di “promuovere l'educazione e la conoscenza di tutti i paesi e le regioni del mondo, oltre che la comprensione tra le nazioni”, come ha dichiarato nella nota di presentazione Sefan Fussan, presidente del board di Wikivoyage Association.

La nuova creatura potrebbe trasformarsi presto in un competitore pericoloso per le guide turistiche cartacee, “sempre che si sia disposti a fare roaming mentre ci si trova all'estero. In quel caso sarà davvero un sistema ottimo”, specifica la Brioschi.  Al momento solo le grandi capitali e i luoghi turistici hanno una copertura dettagliata, ma c'è molto ottimismo sull'esito del progetto: “Ci aspettiamo lo stesso successo di Wikipedia, un sistema molto completo e aggiornato”, rivela il presidente di Wikimedia Italia. “La gente si informa già molto sull'enciclopedia prima di affrontare un viaggio e Wikivoyage cercherà di fornire tutte quelle informazioni utili ai turisti che non sono contenute altrove online. I due sistemi saranno complementari”. Come già accade per Wikipedia, chiunque potrà aggiungere o modificare i contenuti, che verranno pubblicati con licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0.

Leggi tutto