Obama: "O alziamo il tetto del debito o sarà un disastro"

1' di lettura

"Anche la sola minaccia di default, danneggia l'economia - ha detto il presidente americano in conferenza stampa - dobbiamo rompere la cattiva abitudine di negoziare ogni volta sulla crisi". E sull'esito della trattativa: "Spero prevalga il buon senso"

Se il tetto del debito non sarà innalzato "le conseguenze saranno disastrose". A dirlo, nella sua ultima conferenza stampa prima della fine del mandato, il presidente americano, Barack Obama, che ha sottolineato come, "anche la sola minaccia di default, danneggia l'economia".

"Dobbiamo rompere la cattiva abitudine di negoziare ogni volta sulla crisi": ha detto ancora il presidente americano, secondo il quale "una parte non può dettare legge per il 100% degli americani". "Spero che prevalga il buon senso" ha aggiunto, rispondendo a una domanda sulle  prospettive di successo nella trattativa con il Congresso per alzare il tetto del debito Usa. Obama ha spiegato poi che un rifiuto da parte dei Repubblicani di alzare il tetto del debito potrebbe spingere gli Stati Uniti verso un default del debito, che impedirebbe al governo Usa di essere in grado di offrire i servizi del Social Security ad alcuni anziani, e potrebbe forse spingere l'economia in recessione. "Si tratterebbe di una ferita auto-inflittaci per quanto riguarda l'economia", ha detto.

Il presidente Usa ha inoltre fatto sapere che il vice presidente americano, Joe Biden, gli ha consegnato una lista di raccomandazioni per ridurre la violenza provocata dalla diffusione delle armi da fuoco. Obama ha aggiunto che la  prossima settimana, dopo averle esaminate, le renderà note. "Mi hanno presentato una lista di misure sensibili basate sul buon senso", ha affermato. "Il mio punto di partenza è quello di non preoccuparmi della politica, ma di pensare a ciò che può funzionare" per ridurre la violenza provocata dalle armi da fuoco.

Leggi tutto