Di Paola in India: "La vicenda dei marò sarà presto risolta"

1' di lettura

Il ministro della Difesa incontra a Kochi i due militari trattenuti da 10 mesi per la morte di due pescatori uccisi in acque internazionali: "Sono personale militare italiano ancora in missione". Attesa la decisione della Corte

Sono "fiducioso che questa vicenda sarà risolta" presto, "nel rispetto del diritto internazionale": questo il messaggio che il ministro della Difesa, Giampaolo di Paola, ha portato ai due marò trattenuti in India, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, durante una visita a Kochi, nello Stato indiano del Kerala.
Di Paola ha sottolineato che l'Italia rispetta la Corte suprema di New Delhi che a giorni dovrà pronunciarsi sulla giurisdizione del caso, ma ha auspicato che sia accolta la richiesta presentata all'Alta Corte di Kochi dai due fucilieri di Marina per rientrare in patria: "Desiderano festeggiare il Natale con i loro parenti e vorremmo che questo fosse reso possibile", ha detto.
E' la seconda visita del titolare della Difesa ai marò trattenuti da 10 mesi in India per la morte di due pescatori uccisi in acque internazionali. La prima risaliva a marzo. Di Paola ha sottolineato che tutta l'Italia è vicina ai due uomini, che "sono personale militare italiano ancora in missione".

E uno dei due marò, Massimiliano Latorre, dopo la visita di Di Paola, si è detto "fiducioso del costante e continuo interessamento del governo e delle istituzioni italiane". "Dall'inizio di questa vicenda - ha spiegato all'Ansa - continuano a starci accanto: non solo a noi, ma cosa più importante anche alle nostre famiglie in Italia e questo ci rassicura e ci dà ancora più fiducia". "Qualche giorno fa le nostre famiglie sono state ricevute al Quirinale e questo ci ha dato ancora più serenità".

Leggi tutto