Kate, morta l'infermiera ingannata dai dj: attesa l'autopsia

1' di lettura

La polizia inglese non conferma né smentisce l'ipotesi del suicidio della donna che nei giorni scorsi aveva creduto allo scherzo telefonico. Intanto i due speaker australiani autori della finta telefonata della regina sono stati sospesi

Le circostanze della morte di Jacintha Saldanah, l'infermiera che era stata ingannata dai dj australiani che hanno telefonato all'ospedale londinese per avere informazioni sulla salute di Kate Middleton, non sono "ancora state chiarite" e si attendono i risultati dell'autopsia entro il week-end. Lo sottolinea la polizia londinese non confermando, ma neanche smentendo, l'ipotesi del suicidio. Venerdì 7 la coppia reale aveva fatto giungere le proprie condoglianze per l'accaduto.

Intanto gli autori della finta telefonata della regina sono stati sospesi, anche se l'amministratore delegato dell'emittente ha precisato che nessuna legge è stata violata.
L'authority australiana per i media (Acma) inoltre aprirà un'inchiesta per fare chiarezza sulle circostanze attorno alla messa in onda della finta telefonata al King Edward Hospital. In un dichiarazione, il presidente dell'Authority, Chris Chapman, ha sottolineato che "quanto accaduto è una tragedia per tutti coloro coinvolti e rivolgo le mie condoglianze alla famiglia dell'infermiera deceduta a Londra". Nel testo si sottolinea che la stessa authority non intende commentare oltre sulla vicenda, ma che interpellerà i responsabili sulle circostanze della finta telefonata.

Leggi tutto