Gaza, scatta la tregua tra Israele e Hamas

1' di lettura

Dalle ore 20 italiane è iniziato il cessate il fuoco. L'accordo al termine di una giornata di violenza, con un attentato a Tel Aviv, che ha causato decine di feriti, e raid dell'aviazione dello Stato ebraico sulla Striscia

Israele e Hamas hanno trovato, grazie alla mediazione egiziana e il lavoro del segretario di Stato Usa Hillary Clinton, un accordo un accordo per un cessate il fuoco. La tregua ha avuto inizio a partire dalle ore 20 italiane di mercoledì 21 novembre,  all'ottavo giorno di scontri tra Israele e Hamas costati la vita a oltre 140 palestinesi e a cinque israeliani.
L'annuncio della tregua è stato fatto dal Cairo in una conferenza congiunta tra Hillary Clinton e il suo omologo egiziano Mohamed Kamel Amr, al termine della sua girandola di colloqui con le parti per raggiungere il cessate il fuoco.
Solo nella giornata di oggi  un attentato a Tel Aviv aveva fatto temere il fallimento delle trattative. Già prima dell'alba l'aviazione israeliana aveva infatti ripreso i bombardamenti sull'enclave palestinese colpendo un centinaio di obiettivi (video).


Tutti gli aggiornamenti

21.02 Hamas: "Israele ha fallito, grazie all'Iran" - "Israele ha fallito tutti i suoi obiettivi": così il capo del politburo di Hamas, Khaled Meshaal, canta vittoria dopo l'annuncio della tregua con Israele. Meshaal ha anche ringraziato l'Iran per le armi ricevute e per il sostegno finanziario garantito ai palestinesi, nonostante - ha detto - il diverso punto di vista sulla crisi in Siria.

20.42 Festa a Gaza - La striscia di Gaza ha accolto con fuochi di artificio e con raffiche di spari in aria l'inizio del cessate il fuoco con Israele. Hamas prepara stasera un raduno di massa di fronte all'ospedale Shifa. "La nostra vittoria - afferma il movimento - è stata completa. Israele ha dovuto accettare le nostre condizioni per una 'hudna' ", ossia per la sospensione delle ostilità.

20.32 Netanyahu: "Se tregua non regge reazione sarà dura" - Se non dovesse reggere l'accordo sul cessate il fuoco ci sara' "una più dura azione militare" contro i territori palestinesi. Cosi' il premier israeliano Benyamin Netanyahu nel corso di una conferenza stampa, secondo quanto riportano le tv locali.

20.18 Hamas canta vittoria - "Grande vittoria per le Brigate al-Qassam": questo il primo commento a caldo di Hamas che celebra così la tregua conseguita a a suo avviso grazie al proprio braccio armato. In una trasmissione radio, Hamas ha chiesto alla popolazione di scendere in piazza per celebrare. Ma le strade restano per ora deserte, anche nel timore di ulteriori attacchi di Israele dopo che nell'ultima ora due palestinesi della Jihad islamica sono rimasti uccisi in un attacco a Khan Yunes.

20.08 Netanyahu: "Sfruttare questa opportunità" - "In questo momento la cosa giusta da fare per lo stato di Israele è utilizzare a pieno questa opportunità per un cessate il fuoco prolungato": lo ha detto il premier Benyamin Netanyahu, dopo aver ammesso che in Israele c'era anche chi propendeva per una "operazione molto più dura" nei confronti di Hamas.

20.00 Barak: "Hamas molto indebolito" - I nostri obiettivi sono stati raggiunti in pieno": lo ha affermato il ministro israeliano della difesa Ehud Barak. Fra questi, ha menzionato il rafforzamento del deterrente israeliano e la protezione delle retrovie israeliane. Hamas e le altre fazioni palestinesi di Gaza, secondo Barak, "hanno subito un colpo molto forte".

19.57 Netanyahu: "Lavoreremo con Usa contro traffico armi" - Israele e Stati Uniti coopereranno nella lotta contro il traffico di armi attraverso il Sinai verso Gaza "che provengono per lo più dall'Iran". Lo ha annunciato il premier Benyamin Netanyahu, riferendo di un colloquio odierno con il presidente Barack Obama e confermando l'accordo sul cessate il fuoco.

19.45 Razzo su Israele dal sud del Libano - Fonti di sicurezza libanesi riferiscono che un razzo è stato lanciato dal sud del Paese contro Israele. L'episodio inquietante - potrebbe essere o quanto meno essere percepito come un messaggio delle milizie scritte di Hezbollah, che controllano di fatto il Libano meridionale - è avvenuto poco dopo l'annuncio al Cairo del cessate il fuoco tra palestinesi e israeliani nella Striscia di Gaza che entrerà in vigore dalle 20 ora italiana.

19.27 Sirene di allarme in Israele -  Sirene di allarme risuonano stasera con insistenza nelle città israeliane di Ashdod, Ashqelon e Beer Sheva. In questa località un edificio è stato centrato da uno dei molti razzi sparati da miliziani palestinesi di Gaza. Ingenti i danni materiali. La popolazione ha avuto ordine di restare nei rifugi. Un cessate il fuoco, stando a quanto annunciato, dovrebbe entrare in vigore nel giro di mezz'ora.

19.20 Accordo: stop alle ostilità e apertuta varchi - Stop di tutte le ostilità da entrambe le parti, stop agli 'omicidi mirati' israeliani e apertura dei varchi della Striscia di Gaza per facilitare il passaggio delle persone. Sono questi i punti principali dell'accordo per il cessate il fuoco a Gaza, distribuiti dalla presidenza egiziana.

19.15 Clinton ringrazia l'Egitto per il ruolo di garanzia - raggiungimento di un accordo fra Israele e Hamas sul cessate il fuoco a Gaza e per avere assunto un ruolo di "leadership" e di "garanzia".  Clinton ha anche affermato che l'accordo arriva in un momento "cruciale" per la regione ed ha sottolineato il ruolo chiave dell'Egitto, che nel tempo è stato "una pietra miliare" della stabilità e della pace nella regione.

18.45 Egitto: "Lavoreremo per controllo accordo" -
L'Egitto lavorerà con tutte le parti per "controllare l'applicazione dell'accordo sull'introduzione della calma a Gaza". Lo ha detto il portavoce della presidenza egiziana Yasser Ali. L'Egitto, con l'accordo per il cessate il fuoco a Gaza, conferma il suo sostegno "duraturo alla giusta causa palestinese" e fa appello a tutte le parti a rispettare l'accordo, ha detto il ministro degli Esteri egiziano Kamel Amr.

18.42 Netanyahu ad Obama: sosterremo un cessate il fuoco -
Il premier israeliano BenyaminNetanyahu ha telefonato al presidente degli Stati Uniti Barack Obama e lo ha informato di aver accettato il suo consiglio - di Obama - "di dare una chance alla proposta egiziana per un cessate il fuoco. Obama ha "espresso apprezzamento" per "i suoi sforzi nel lavorare con il nuovo governo egiziano per raggiungere un cessate il fuoco sostenibile e una soluzione più duratura al problema".

18.30 Al Cairo l'annuncio del cessate il fuoco
- L'Egitto ha annunciato il cessate il fuoco fra Israele e Hamas a partire dalle 21 locali, le 20 italiane. L'annuncio è stato fatto dal ministro degli esteri egiziano Kamel Amr, mentre Clinton ha ringraziato il Cairo per il decisivo ruolo di mediazione svolto e per avere assunto un ruolo di "leadership" e
di "garanzia".

18.13 Imminente conferenza stampa di Hillary Clinton -
La televisione di stato egiziana annuncia un'imminente conferenza stampa del segretario di Stato Hillary Clinton dalla sede della presidenza egiziana, dove ha appena incontrato il presidente Mohamed Morsi.

18.12 Fonti israeliane: ok tregua, no stop a blocco -
Fonti israeliane hanno confermato all'agenzia di stampa Reuters un accordo di cessate il fuoco con Hamas, precisando tuttavia il blocco della Striscia di Gaza non sarà abolito. La tregua dovrebbe entrare in vigore oggi stesso.


17.58 Fonte palestinese: accordo su un cessate il fuoco -
E' stato raggiunto un accordo per un cessate il fuoco tra Israele e Hamas. Lo ha detto una fonte palestinese vicina ai negoziati.

17.49 Gaza, oggi 11 i palestinesi uccisi -
Undici palestinesi sono rimasti uccisi nei nuovi raid israeliani sulla Striscia di Gaza, tra cui un bambino di due anni che si trovava vicino al palazzo che ospita gli uffici della France Presse. A stilare il bilancio fonti mediche. Secondo un conteggio della Afp dall'inizio dell'operazione Colonna di nuvola sono morti 148 palestinesi mentre i feriti sono un migliaio. Un calcolo fatto dalla Mezzaluna rossa fissa il numero di vittime a 147 e i feriti a 1.155. Gli israeliani rimasti uccisi sono cinque. 

17.30 Sono 28 i feriti nell'attentato di Tel Aviv
- E' salito ad almeno 28 feriti il bilancio provvisorio dell'attentato dinamitardo contro un autobus a Tel Aviv. Lo riferiscono le autorità locali.

17.05 Media: Israele verso cessate il fuoco unilaterale - Israele si accinge a proclamare un cessate il fuoco unilaterale. Lo hanno anticipato la televisione commerciale Canale 10 e la radio militare. Anche il sito web del quotidiano israeliano Yedioth Ahronot riporta la notizia. Ancora non c'è però un annuncio ufficiale in merito.

16.00 Ban ki-Moon di nuovo al Cairo da Morsi - Il segretario generale dell'Onu, Ban ki-Moon, è arrivato al Cairo dove si è recato immediatamente a incontrare il presidente egiziano, Mohamed Morsi. Lo ha reso noto l'ufficio del presidente egiziano. Da quando è arrivato nella regione lunedì sera, il 'numero uno' del palazzo di Vetro sta facendo la spola tra Egitto, Israele e la Cisgiordania nel tentativo di agevolare gli sforzi egiziani per far tacere le armi nel conflitto tra Israele e Hamas nella Striscia di Gaza.

15.30 "Sono 147 le vittime palestinesi" - Sono 147 le vittime palestinesi dei bombardamenti israeliani su Gaza, secondo un ultimo, provvisorio, bilancio diffuso dal movimento "Mezzaluna rossa palestinese", la Croce Rossa locale. I feriti sono 1155, in maggioranza bambini, donne ed anziani. Sempre la Mezzaluna rossa riferisce che sono state distrutte le due più grandi moschee di Gaza e danneggiate un'altra trentina.

14.54 Per l'attentato a Tel Aviv due rivendicazioni dubbie - Due rivendicazioni dell'attentato avvenuto oggi a Tel Aviv apparse su internet destano perplessità in Israele e a Gaza. La prima giunge dalle 'Brigate Jihad Jibril del Fronte popolare per la liberazione della Palestina', la seconda dalle 'Brigate dei martiri di al-Aqsa', braccio armato di al-Fatah.

14.35 - La condanna dell'attentato da parte della Russia -
"Un atto terroristico criminale": con queste parole il ministero degli Esteri russo, in una nota, ha condannato l'attentato a un bus avvenuto stamane a Tel Aviv. E a proposito delle perduranti violenze nella Striscia di Gaza, la Russia ha rinnovato l'appello "a entrambe le parti affinché mettano immediatamente fine al confronto armato.

14.25 - Non si gioca Hapoel-Athletic -
L'Athletic Bilbao sul proprio sito internet ha annunciato che la gara di domani di Europa League in casa dell'Hapoel Kiryat Shmona è stata rinviata a causa dell'attentato di questa mattina a Tel Aviv.

14.10 Altri due raid israeliani: 4 morti -
Almeno quattro persone sono rimaste uccise oggi in due attacchi aerei separati condotti da Israele nel nord della striscia di Gaza. Nel primo attacco, nella via Saftawi, sono rimasti uccisi un padre con due figli (un maschio e una femmina). Nel secondo, nella località di Beit Hanun, è morta una persona finora non identificata.

13.30 Da Francia e Italia appello alla tregua
- Francia e Italia lanciano un forte appello affinchè "tutti gli sforzi siano stati fatti per raggiungere una tregua indispensabile" in Medio Oriente: lo ha detto il presidente francese, Francois Hollande, nel corso di una conferenza stampa congiunta a Parigi con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano (video).

13.10 Il ministro dell'Interno israeliano: "Calma e sicurezza" - "Si tratta di un attentato grave nel cuore di Tel Aviv. Da tempo non provavamo niente del genere" ha detto all'Ansa il ministro per la sicurezza interna Yitzhak Aharonovic. "Dagli abitanti di Tel Aviv ci aspettiamo che mantengano la massima vigilanza, ma che proseguano al tempo stesso le loro normali attività". La polizia sta raccogliendo all'interno dell'autobus tracce che possano ricondurre all'attentatore, di cui esiste un generico identikit, grazie anche alle informazioni ottenute dall'autista che è rimasto ferito in modo leggero. La linea colpita è la 142 della compagna Dan, diversamente da quanto era stato riferito in precedenza.

12.25 Tel Aviv, rilasciato il sospetto
- La polizia israeliana ha annunciato di aver rilasciato a brevissimo termine l'uomo che era stato arrestato a Tel Aviv, in relazione all'attentato su un bus. Lo ha riferito l'edizione on line del quotidiano 'Haaretz', citando fonti degli inquirenti.

12.05 Fermato un sospetto per attentato a Tel Aviv -
La polizia israeliana ha arrestato un sospetto in relazione all'attentato dinamitardo avvenuto oggi a bordo di un autobus nel centro di Tel Aviv, a poca distanza dal quartier generale del Comando delle Forze di Difesa dello Stato ebraico: secondo i mass media locali, si tratta di un uomo.

11.58 Iran: "Il nostro appoggio a Gaza è militare" -
Il presidente del Parlamento iraniano, Ali Larijani ha ammesso che l'appoggio di Teheran a Gaza è anche "militare". Lo riferisce l'agenzia iraniana Fars. Lo stesso Larijani, secondo l'agenzia, ha inoltre esortato i Paesi arabi a fare altrettanto.

11.35 Hamas si "felicita" per l'attentato -
"Se davvero si tratta di una operazione della nostra resistenza, ce ne felicitiamo": e' il primo commento a Gaza di una emittente di Hamas dopo aver appreso dell'esplosione a Tel Aviv. Nei giorni scorsi i mezzi di comunicazione di Hamas avevano avvertito gli israeliani della possibile ripresa degli attentati in Israele.

11.28 Salgono a venti i feriti - Almeno venti persone sono rimaste ferite nell'esplosione verificatasi oggi in un autobus a Tel Aviv (video). Tre versano in condizioni gravi.

11.24 Esplosione a Tel Aviv - Un'esplosione si è verificata nel centro di Tel Aviv (video). La deflagrazione è avvenuta in un autobus, nel centrale viale Shaul ha-Melech. Avrebbe provocato diversi feriti. Numerose ambulanze stanno convergendo sul posto.
Secondo quanto riferito dalla polizia, l'esplosione è stata provocata da "un attacco terroristico".

11.05 Clinton incontrerà di nuovo
Netanyahu - Il segretario di Stato americano, Hillary Clinton, incontrerà oggi nuovamente il premier israeliano Benjamin Netanyahu, il ministro degli Esteri Avigdor Lieberman e il ministro della Difesa Ehud Barak a Gerusalemme. Lo riferiscono i media israeliani.

9.30 Clinton chiede ad Abu Mazen il posticipo della richiesta all'Onu -
Il Segretario di Stato americano Hillary Clinton è giunta a Ramallah (Cisgiordania) per aggiornare il presidente dell'Anp Abu Mazen sul tentativo diplomatico di concludere a Gaza un cessate il fuoco. La Clinton avrebbe chiesto il posticipo della richiesta all'Onu di accreditare come stato non membro l'Autorità nazionale palestinese, prevista per il 29 novembre.

8.30 Cinque razzi verso Ashkelon, tre intercettati -
Sono cinque i razzi lanciati stamattina in direzione di Ashkelon, nel sud di Israele. Lo riferisce Ynet. Tre di questi sono stati intercettati dal sistema di difesa Iron Dome. Per il momento non sono segnalate vittime.

7.30 Colpito il ministero della Sicurezza di Hamas -
"Durante la notte abbiamo colpito il ministero della Sicurezza interna a Gaza, uno dei principali centri di controllo e comando di Hamas (video). E' quanto riferisce l'esercito israeliano su Twitter aggiungendo che "oltre 100 siti terroristici sono stati colpiti, di cui circa 50 erano siti sotterranei di lancio di razzi".

0.30 Al Jazeera: potente esplosione a Gaza City -
Una potente esplosione ha scosso in questi minuti Gaza City. Lo scrive il corrispondente di al Jazeera dalla Striscia di Gaza via Twitter.

Leggi tutto