Romney ammette la sconfitta: "Scelto un altro leader"

1' di lettura

"Ho appena chiamato il presidente Obama per congratularmi per la sua vittoria - ha detto a Boston lo sfidante repubblicano - prego che abbia successo nel guidare la nazione". Poi ha ringraziato moglie, figli e gli attivisti in campo in queste settimane

Lo sfidante repubblicano, Mitt Romney riconosce la sconfitta alle presidenziali 2012. "Ho appena chiamato il presidente Obama per congratularmi per la sua vittoria":  ha detto a Boston il candidato repubblicano.
Romney, apparso sorridente, ha parlato per pochi minuti e ha ringraziato la moglie Ann, i figli, ma anche i volontari e gli attivisti in campo in queste settimane. "Credo nell'America e nel popolo americano", ha detto, "avrei voluto guidare il Paese verso il cambiamento, ma il Paese ha scelto un altro leader". Il  candidato repubblicano ha poi sottolineato più volte che ora il momento di riunire il Paese dopo le divisioni della campagna elettorale: "Ora dobbiamo superare le divisioni di partito per lavorare".
"Questo è il tempo di una grande sfida per la nostra nazione, prego che il presidente abbia successo nel guidare la nostra nazione", ha aggiunto, esortando i politici di entrambe le parti a "mettere la gente prima della politica".

Leggi tutto