Usa 2012, rieletto Obama: "Grazie a tutti. Altri 4 anni"

1' di lettura

"La storia americana continua grazie a voi. Il meglio deve ancora venire" dice il 45esimo presidente Usa, confermato per il secondo mandato. Mitt Romney ammette la sconfitta: "E' un momento di sfide, gli auguro successo". TUTTO SULLA NOTTE ELETTORALE

L'America ha scelto. Ha scelto di nuovo Barack Obama. Il presidente democratico ha sconfitto il suo sfidante repubblicano Mitt Romney, conquistando almeno 275 grandi elettori (ne bastano 270). Per tutta la notte gli occhi sono rimasti puntati sull'Ohio e sulla Florida, stati nei quali si è visto un lungo testa a testa tra i due candidati. Ma Obama ha vinto anche in altri swing state, gli stati in bilico, come in Wisconsin, Colorado e Iowa.
"Quattro anni ancora": ha scritto il presidente, ringraziando gli elettori su Twitter. "Siamo tutti insieme: così come abbiamo fatto campagna e così come siamo. Grazie". Obama ha postato sul suo account anche una foto d'archivio in cui abbraccia la First Lady Michelle. Il candidato repubblicano, Mitt Romney, alla fine ha ammesso la sconfitta. Da Boston, n un breve discorso della durata di 5 minuti circa, si è congratulato con Barack Obama: "Credo nell'America e nel popolo americano - ha detto - avrei voluto guidare il Paese verso il cambiamento, ma il Paese ha scelto un altro leader". (FOTO E VIDEO)
A rendere ancora più cocente la sconfitta del candidato repubblicano il fatto che avrebbe preso più voti popolari di Obama. Una "stranezza" del sistema statunitense in cui incorse anche Al Gore nel 2000.

Tutti gli aggiornamenti

7.48 Obama: "Il meglio deve ancora venire" - "Sappiamo che il meglio deve ancora venire" ha detto Obama, sul palco del McCormick Center di Chicago, per celebrare la rielezione alla Casa Bianca. "Amiamo questa nazione profondamente, siamo un'unica famiglia e andremo avanti", ha detto il presidente ringraziando il popolo americano per aver "fatto sentire la sua voce".

7.38 Obama: "Grazie a voi" - "La storia americana continua grazie a voi" dice il 45esimo presidente degli Stati Uniti d'America all'America. "Mi sono congratulato con Mitt Romney, lavoreremo insieme per portare avanti il paese".

7.36 Obama, il discorso della vittoria - Barack Obama sale sul palco con la famiglia, saluta gli elettori che intonano il coro "4 more years" (Altri 4 anni) - GUARDA IL VIDEO

6.55 Mitt Romney ammette la sconfitta - "Ho appena chiamato il presidente Obama per congratularmi per la sua vittoria": lo ha detto a Boston il candidato repubblicano alla Casa Bianca Mitt Romney.

6.35 Barack Obama avrebbe superato Mitt Romney anche nel voto popolare - Barack Obama ha superato Mitt  Romney anche sul voto popolare, secondo l'ultima proiezioni data dalla Cnn, che continua ad aggiornare il conteggio, il presidente ha 49 milioni e 823mila voti mentre il repubblicano ne ha 49 milioni e  729mila.

6.27 Cala il vantaggio nel voto popolare
-  Con il procedere dello scrutinio si sta riducendo sempre piu' il vantaggio - del tutto irrilevante - di Mitt Romney nel voto popolare. Secondo Cnn - che ora assegna 290 grandi elettori al presidente riconfermato Barack Obama e sempre 201 allo sfidante repubblicano - Romney ha ottenuto 49.004.514 voti, meno di 8.000 in piu' di Obama, a 48.996.660 voti.

6.25 Obama vince in Virginia - Barack Obama ha vinto in Virginia. Lo afferma una proiezione del New York Times

6.19 Matrimoni gay anche nel Maryland e nel Washington
-  Via libera ai matrimoni gay negli stati americani di Washington, del Maryland e del Maine, secondo i primi risultati. No del Minnesota. E' quanto hanno deciso gli elettori di questi quattro stati chiamati ad esprimersi in materia con un referendum.

6.13 Tre stati ancora in bilico - Dietro la 'riluttanza' di Mitt Romney ad ammettere la sconfitta, c'è il testa a testa ancora in  corso in tre stati chiave che assegnano un totale di 60 voti  elettorali, sufficienti a capovolgere il risultato finale: si tratta di Virginia (13 voti), Florida (29 voti) e Ohio (18). In Virginia con l'87 per cento dei voti scrutinati Obama e' in  vantaggio di meno di 29 mila voti su un totale di 3,3 milioni (ovvero  lo 0,1 per cento). In Florida (91% scrutinati) il vantaggio di Obama  e' di 48 mila voti su quasi 8 milioni (anche qui sotto lo 0,1%). In  Ohio con l'80 per cento dei voti scrutinati, il presidente uscente è  in vantaggio di 23 mila voti su 4,7 milioni.

6.07 Colorado e Washington legalizzano la marijuana - Via libera dello stato di Washington  e del Colorado alla legalizzazione della marijiuana per uso generale. Lo riporta l'Associated press, sottolineando che si tratta dei primi stati americani ad assumere una tale decisione in un referendum.

6.01 Maine approva matrimoni gay - Via libera alle nozze gay in Maine, dove gli elettori oltre a scegliere il presidente americano erano chiamati a pronunciarsi sulle nozze tra persone dello stesso sesso. Lo riporta l'Associated Press, sottolineando che e' la prima volta che viene dato il via libera ai matrimoni gay in un referendum.

6.00 Per Romney più voti popolari -  In attesa dei dati definitivi la Cnn attribuisce a Barack Obama 281 grandi elettori sui 270 necessari per vedersi confermato alla Casa Bianca mentre Mitt Romney si e' fermato a quota 201. Il presidente ha ottenuto meno voti popolari ma - come ha corretto il dato la Cnn - il distacco e' di poco piu' di 200.000 voti: 46.200.601 voti per il presidente contro i 46.426.525 dello sfidante repubblicano.

5.55 Karl Rove: "Ohio ancora in bilico" -  Karl Rove, lo stratega repubblicano della vittoria elettorale di George W. Bush nel 2000, ha contestato la decisione della Fox di aggiudicare l'Ohio a Barack Obama. Secondo Rove, che della Fox e' uno dei commentatori politici di punta, l'Ohio e' anfora incerto. Lo stratega di Bush cita "gente di Romney", secondo cui l'ex governatore avrebbe ancora chance di spuntare lo stato chiave senza cui nessun repubblicano ha mai vinto la Casa Bianca.

5.50 Romney non concete la vittoria - Mentre tutti i media Usa celebrano la rielezione di Barack Obama, lo sfidante Mitt Romney non ha ancora ammesso la sconfitta e resta trincerato, per il momento, nel suo quartier generale di Boston. Secondo il suo staff vuole aspettare il risultato definitivo dell'Ohio

5.31 Romney più voti
- Il candidato repubblicano Mitt Romney, nonostante la sconfitta, ha conquistato piu' voti popolari del presidente americano Barack Obama. Secondo i calcoli preliminari della Cnn, Romney ha ottenuto il 51% del voto popolare a fronte del 48% di Obama.

5.17 Obama: "Four more years" - Sul suo profile Twitter Barack Obama rivendica in pratica la vittoria pubblicando un'immagine che lo vede abbracciare la moglie Michelle.




5,10 Cnn: Obama verso la vittoria - Obama è ad un passo dalla riconferma ufficiale alla Casa Bianca. Cnn ha attribuito al presidente la California con 55 grandi elettori, lo Stato di Washington (12 grandi elettori) e le Hawaii (4 grandi elettori). Per Cnn Obama è a 238 grandi elettori sui 270 necessari ad essere rieletto, mentre Romney è a quota 191.

5.03 Obama vince in California, Washington e Hawaii -  Obama è ad un passo dalla
riconferma ufficiale alla Casa Bianca. Cnn ha attribuito al presidente la California con 55 grandi elettori, lo Stato di Washington (12 grandi elettori) e le Hawaii (4 grandi elettori). Per Cnn Obama è a 238 grandi elettori sui 270 necessari ad essere rieletto, mentre Romney è a quota 191.

4.56 Florida: torna in vantaggio Obama - Barack Obama riprende quota in Florida: secondo la Cnn, al 90% di voti scrutinati, il presidente è al 50% contro il 49% dello sfidante Mitt Romney. Il vantaggio è pari a oltre 35.000 voti.

4.54 In Ohio si riduce vantaggio Obama - Si riduce il vantaggio di Barack Obama nello Stato chiave dell'Ohio, quando lo spoglio è arrivato al 65% delle schede. Il presidente è al 50% dei voti, contro il 48% di Mitt Romney. Lo riferisce la Cnn. 

4.48 Obama lascia la sua casa a Chicago
-  Barack Obama ha appena lasciato la sua casa di Chicago. Potrebbe a questo punto raggiungere il suo staff all'Hotel Feirmont, prima di raggiungere il Mccormick Center. Intanto nella sede del comitato, s'è entrato nel vivo della serata con l'inno americano in un clima di grande emozione.

4.41 Romney vince l'Arizona
- Mitt Romney ha vinto in Arizona. Lo afferma la Cbs.

4.35 - 20 milioni di tweet - Le elezioni presidenziali Usa hanno segnato il record storico di 20 milioni di tweet nel corso della notte elettorale, è l'evento politico più gettonato sul social network nella storia americana. Lo annuncia il sito di microblogging

4.33 Obama avanti in New Mexico - In base ai primi exit poll la Fox News attribuisce a Barack Obama il New Mexico dove sono in palio 5 grandi elettori (i delegati di ogni singolo Stato che formalmente eleggono il presidente Usa) sui 270 necessari per conquistare la Casa Bianca.

4.31 Sarah Palin “delusa” - L'ex candidata repubblicana alla vice presidenza Sarah Palin si è detta "delusa" e "perplessa" di come stanno andando i risultati, parlando ai microfoni della Fox News. La rielezione di Barack Obama alla Casa bianca, ha affermato, sarebbe "catastrofica" per l'economia.

4.30 Consigliere Obama: "Domani sarà una buona giornata" - "Possiamo facilmente vincere negli swing State". Lo afferma Robert Gibbs, consigliere del presidente americano Barack Obama, in un'intervista a Msnbc. "Domani sarà una buona giornata".

4.24 Sconfitti candidati anti-abortisti -  I controversi candidati repubblicani Todd Akin e Richard Mourdock - di recente nella bufera per le loro posizioni fortemente anti-abortiste - hanno perso la loro corsa al Senato rispettivamente in Missouri e in Indiana, dove si sono affermati i candidati democratici Claire McCaskille e Joe Donnelly.

4.13 Democratici vincono seggio Senato in Ohio
- I democratici Sherrod Brown e Tammy Baldwin si sono aggiudicati i seggio senatoriali dell'Ohio e del Wisconsin, rispettivamente. Per Brown si tratta di una conferma mentre la Baldwin prenderà il posto lasciato vacante dal senatore democratico Herb Kohl.

4.04 Obama avanti in Iowa - Barack Obama è di sei punti in vantaggio nello State chiave dell'Iowa: lo stima un exit poll della Cnn.

4.02 Chiusi i seggi in altri quattro Paesi - Si sono chiusi i seggi in Iowa, Montana, Nevada e Utah.

4.00 Un Kennedy di nuovo al Congresso - Con Joe Patrick III i Kennedy tornano al Congresso a tre anni dalla morte del senatore Ted Kennedy. Joe, 32 anni (il nonno era Robert Kennedy, fratello di Jfk e ministro della Giustizia ucciso nel 1968), è stato eletto alla Camera per il Massachusetts.

3.58 Minnesota a Obama -  In base ai primi exit poll la Abc attribuisce a Barack Obama il Minnesota dove sono in palio 10 grandi elettori (i delegati di ogni singolo Stato che formalmente eleggono il presidente Usa) sui 270 necessari per conquistare la Casa Bianca.

3.57 Un Kennedy a Capitol Hill - Un Kennedy torna tra gli scranni di Capitol Hill. E' Joe III, nipote di Robert Kennedy, che ha conquistato il collegio 4 del Massachusetts. In questo modo, nel parlamento Usa ritorna un esponente della famiglia politica più celebre d'America. Mancava uno di loro dai tempi della morte del vecchio leone del Senato, Ted.

3.52 Staff di Romney: "Ottimisti" - Sul palco del grande convention center di Boston è apparso Ed Gillespie, uno dei più stretti consiglieri di Mitt Romeny, che si è detto "molto ottimista" sui risultati delle elezioni. "Questa sera faremo una grande festa. Ovviamente stiamo ancora contando i voti, ma - ha detto - siamo molto ottimisti", e le sue parole parole sono state accolte da un caldo applauso.

3.48 Testa a testa - Il candidato Mitt Romney e il presidente americano Barack Obama testa a testa con 157 grandi elettori a 154. Lo spoglio delle schede è ancora in corso. Per aggiudicarsi la Casa Bianca servono 270 grandi elettori.

3.46 Elizabeth Warren conquista seggio al senato - La democratica Elizabeth Warren secondo la Cbs ha riconquistato il seggio senatoriale del Massachusetts che era stato per 47 anni di Ted Kennedy, conquistato 4 anni fa dal repubblicano Scott Brown.

3.42 Pennsylvania a Obama
- In base ai primi exit poll la Cnn attribuisce a Barack Obama la Pennsylvania dove sono in palio 20 grandi elettori (i delegati di ogni singolo Stato che formalmente eleggono il presidente Usa) sui 270 necessari per conquistare la Casa Bianca.

3.41 Situazione attendista al quartier generale di Romney - Dopo l'entusiasmo per i primi dati, al quartier generale di Mitt Romney a Boston ora si respira un'atmosfera più attendista (guarda il video)

3.39 Obama avanti in New Hampshire - Il presidente americano, Barack Obama, secondo la Cbs ha vinto nello 'swing state' del New Hampshire. Per la Cnn, a spoglio ancora in corso, Obama ha il 55%

3.34 Obama vince in Wisconsin
- Il presidente americano Barack Obama vince nello stato in bilico del Wisconsin. Lo prevede la stampa americana. Il Wisconsin è lo stato del candidato vice presidente repubblicano Paul Ryan.

3.28 Testa a testa in Florida - E' testa a testa in Florida tra Barack Obama e Mitt Romney: lo sfidante è in testa di un migliaio di voti quando manca circa un quarto dei voti da scrutinare. La Cnn assegna il 50% a entrambi i candidati.

3.25 Cnn: i repubblicani mantengono il controllo della Camera -
I repubblicani manterranno il controllo della Camera al Congresso. Lo prevede la Cnn.

3.13 Chiusi i seggi in altri 13 stati - Si sono chiusi i seggi in altri 13 stati tra cui Colorado, Texas, New York e Wisconsin.

2.59 Testa a testa in Virginia e Ohio -
In Florida, con 29 grandi elettori, secondo la Cnn Obama è avanti di tre punti con il 55% delle schede scrutinate (51 a 48). In Ohio (18) secondo la proiezione Cnn il presidente è in testa, mentre per Fox sono pari. Testa a testa in Virginia (13), secondo exit poll. Secondo la Fox, Mitt Romney ha conquistato, per il momento, 88 grandi elettori (su 270 necessari alla vittoria nella corsa alla Casa Bianca) contro i 78 di Barack Obama. Mentre per la Cnn il presidente è avanti di 64 grandi elettori su 56 dello sfidante repubblicano.

02.45 Prime grida di gioia al quartier generale di Obama -
Scoppiano i primi ululati di gioia a Chicago, davanti agli exit pool della Cnn sui maxi schermi del McCormick Center (guarda il video) Dati che se confermati, darebbero la vittoria a Barack Obama. Le grida vengono dai volontari obamiani che stanno giungendo nel maxi-centro congressi della Windy City. Non c'è ancora il clima del trionfo. La partita è ancora lunga e si parla di exit poll, non di voti veri. Ma qui la gente comincia a crederci sul serio. Intanto in sala l'organizzazione sta trasmettendo musica soul, decisamente nera.

02.39 Obama torna avanti di nuovo in Florida
- Obama sorpassa nuovamente Romney in Florida: 48% contro il 51%.

02.23 Romney avanti in Florida - Quando sono state scrutinate oltre il 23% delle schede, in Florida Romney sorpassa Obama.

02.17 Cnn: Obama avanti in Ohio -
Barack Obama al 59% contro il 40% di Mitt Romney nello stato decisivo dell'Ohio, con il 9% di schede scrutinate. Lo riferisce Cnn.

02.05 Cnn: a Obama il Nebraska -
Secondo quanto riferisce la Cnn, che cita i suoi exit poll, Obama sarebbe avanti in diversi stati, tra cui il Nebraska.

01.52 Obama in vantaggio in Florida -
Barack Obama al 52% in Florida con il 5% delle schede scrutinate: lo afferma il New York Times.

01.54 Romney in vantaggio in Georgia -
In base ai primissimi exit poll la Nbc dà Mitt Romney in netto vantaggio (70% contro 29% Obama) in Georgia dove sono in palio 16 grandi elettori sui 270 grandi elettori (i delegati che formalmente eleggono il presidente Usa) necessari per conquistare la Casa Bianca.

01.52 Romney vince in South Carolina -
Il candidato Mitt Romney vince in South Carolina. Lo riportano Msnbc, Fox e Abc.

01.50 Alle urne più ispanici del 2008 -
Più giovani e ispanici alle urne per eleggere il presidente americano. E' quanto emerge dai primi exit poll, in cui sono comparate le caratteristiche dell'elettorato di oggi con quelle del 2008. Il numero di afroamericani è stabile al 13%, mentre i latinos sono aumentati di un punto, al 10%. Secondo alcuni analisti, il dato rappresenta un buon segnale per Barack Obama, poiché ispanici, afroamericani e giovani sono tradizionalmente l'elettorato democratico.

01.40 Cnn: in Ohio avanti Obama -
Secondo un exit poll della Cnn in Ohio il 51% degli elettori ha votato Obama mentre il 48% ha scelto Romney.

01.35 Romney vince in West Virginia -
Il candidato Mitt Romney si aggiudica il West Virginia. Lo riporta la Cnn.

01.30 Obama in vantaggio in South Carolina -
In base ai primissimi scrutini il New York Times dà Barack Obama in netto vantaggio (85,9% contro 13,5%) in South Carolina dove sono in palio 9 grandi elettori sui 270 grandi elettori (i delegati che formalmente eleggono il presidente Usa) necessari per conquistare la Casa Bianca.

01.21 Obama in testa in Florida - In Florida il presidente americano Barack Obama è in vantaggio col 55% delle preferenze rispetto al 45% del candidato repubblicano, Mitt Romney sulla base del 4% delle schede scrutinate.

01.15 Obama: "Nulla per scontato, due discorsi pronti" -
"Non dò mai nulla per scontato: ho sempre due discorsi pronti". Lo ha detto Barack Obama a una radio di Denver, Nevada, in una delle tante interviste concesse oggi. Il rivale repubblicano Mitt Romney ha dichiarato invece di aver preparato solo il discorso della vittoria.

01.10 Testa a testa in Virginia tra Obama e Romney

00.35 Ohio spaccato -
L'Ohio è spaccato, con un 48% che promuove l'amministrazione e un 50% che la boccia. Secondo la Cnn, alla domanda sulla perfomance dell'amministrazione Obama il 24% si è detto entusiasta e un altro 24% soddisfatto, mentre il 27% si dice molto contrariato e il 23% arrabbiato.

00.33 Romney: "Ho scritto il discorso per vittoria" -
"Ho appena finito di scrivere il mio discorso della vittoria. Sono circa 1.118 parole", ha affermato Mitt Romney questa sera poco dopo il suo arrivo a Boston, dove al suo quartier generale aspetterà i risultati delle elezioni. "Ci saranno però certamente ancora delle modifiche, perché non l'ho ancora fatto leggere alla mia famiglia, ai miei consiglieri e ai miei amici per avere il loro parere", ha aggiunto, parlando con i giornalisti.

00.32 Anche in Indiana in vantaggio Romney -
In base ai primissimi exit poll - ancor prima della chiusura formale dei seggi fissata all'una - secondo Fox News Mitt Romney è in netto vantaggio in Indiana (67% a 32% per Barack Obama) dove sono in palio 11 grandi elettori. Per conquistare la Casa Bianca sono necessari 270 grandi elettori (i delegati che formalmente eleggono il presidente espressi da ogni singolo Stato il base alla popolazione) su 538 totali.

00.30 In Kentucky inizia lo spoglio -
Il candidato Mitt Romney in vantaggio in Kentucky, stato che i repubblicani davano per scontato. Quando è stato spogliato solo l'1% delle schede, Romney è avanti con il 69%, con il presidente americano Barack Obama con il 29%. Lo riporta la Cnn

00.28 Obama in vantaggio in New Hampshire -
Barack Obama è in vantaggio in New Hampshire, considerato uno degli Stati decisivi, con il 65,1% contro il 32,6% di Mitt Romney con lo 0,7% delle schede scrutinate. Lo riferisce il Washington Post.

00. 20 Problemi in Ohio -
L'Ohio rischia di trasformarsi in una nuova Florida dove nel 2000 i voti vennero riconteggiati più volte. Alcuni elettori americani hanno denunciato la presenza di macchine rotte in alcuni seggi e nelle location a rischio sono accorse le autorità di vigilanza che stanno facendo le opportune verifiche. Se venissero appurate irregolarità, bisognerà aspettare fino al 17 novembre per sapere se a vincere l'Ohio è stato Barack Obama o lo sfidante repubblicano Mitt Romney.

Ore 0.00 Secondo il sito Drudgreport Obama è in testa
-  Il presidente americano Barack Obama avrebbe al momento 191 grandi elettori a fronte dei 190 del candidato Mitt Romney. E' quanto emerge dai primissimi exit poll preliminari di Drudgereport, sito di gossip politico di orientamento decisamente conservatore, sui quali però molti osservatori si dicono scettici.

Ore 23.50 Exit Pool: per 6 su 10 voto su economia -
L'economia ha dettato la scelta del presidente americano. Secondo un exit poll preliminare dell'agenzia Associated Press, sei americani su 10 hanno detto che l'economia è la priorità . Per 4 americani su 10 l'economia si sta riprendendo mentre la maggioranza ritiene che stia peggiorando e sia in stagnazione.

Ore 23.35 Difficoltà di voto anche in Pennsylvania -
Difficoltà durante le elezioni in Pennsylvania, dove alcuni voti per Obama si sono tramutati in voti per il candidato Mitt Romney.

Ore 23.20 Ambasciatore Thorne: "Spesa eccessiva per la campagna elettorale" -
Le urne sono ancora aperte negli Stati Uniti e l'ambasciatore americano a Roma, David Thorne, critica "la cifra davvero eccessiva" spesa per questa campagna elettorale, pari a 6 miliardi di dollari (l'intervista).

Ore 23.15 New Jersey, le vittime di Sandy possono votare via fax e via e-mail -
In New Jersey gli sfollati dell'uragano Sandy sono stati autorizzati a votare per fax o per email dopo che la tempesta della scorsa settimana ha reso inagibili alcuni seggi.

Ore 21.15 Romney: "Grande giorno per un grande cambiamento" - "Questo è un grande giorno per un grande cambiamento". A dirlo è il candidato repubblicano Mitt Romney, a Cleveland, rivolgendosi ai volontari di uno dei comitati.

Ore 20.45 Partita scaramantica a basket per Obama - Come ogni vigilia elettorale, anche stavolta, a poche ore dal risultato presidenziale, Barack Obama scarica la tensione nella sua Chicago con una partitella di basket, assieme ad alcuni amici e membri del suo staff. Un vero e proprio rito scaramantico a cui il freddo e raziocinante presidente e il suo staff credono molto. Sul campo insieme al presidente anche due ex stelle dell'Nba, Scottie Pippen e Randy Brown (il servizio di SkyTG24: VIDEO).

Ore 20.35 Obama a caccia di voti su Twitter -


 


Ore 17.30 Obama: "Abbiamo i voti per vincere" -
"Sono fiducioso che abbiamo i voti per vincere. Non vedo l'ora di leggere i risultati. Mi aspetto una buona serata". Lo ha detto Barack Obama facendo visita ai volontari di un piccolo comitato elettorale di Chicago.

Ore 15.30 Romney: "Ci aspetta un futuro migliore" -
"Un futuro migliore ci aspetta. Scegliamolo oggi", così lo sfidante repubblicano Mitt Romeny ha twittato subito dopo aver votato a Belmont, vicino Boston.

Leggi tutto