Afghanistan, attacco a militari italiani: muore un alpino

1' di lettura

La vittima è il caporale Tiziano Chierotti, aveva 24 anni. Altri 3 soldati sono rimasti feriti ma non sono in pericolo di vita. Stavano facendo un'attività di pattuglia nel villaggio di Siav quando sono stati colpiti dagli insorti

Spari e colpi di Rpg anti-carro contro una pattuglia mista di militari italiani e afgani nella provincia calda di Farah, in Afghanistan. Ucciso un alpino di 24 anni, il caporale Tiziano Chierotti, feriti tre suoi compagni. Non sono in pericolo di vita. Morto anche un soldato afgano che partecipava all'operazione. Cordoglio è stato espresso dal premier Mario Monti, che in una nota ha confermato l'impegno dell'Italia nelle missioni internazionali.
Mentre a Roma il capo di Stato Maggiore dell'Esercito, Claudio Graziano, presenta il calendario 2013 della forza armata, dedicato proprio a 30 anni di missioni di pace in tutto il mondo, in Afghanistan, dunque, si spara.

La ricostruzione - Lo scontro è avvenuto intorno alle 13.40, ora locale. Secondo le prime ricostruzioni, i militari italiani coinvolti erano impegnati in una attività di pattuglia congiunta della Task Force South East con unità del 207/o Corpo dell'esercito afgano nel villaggio di Siav, a circa 20 km a ovest della base operativa avanzata 'Lavaredo' di Bakwa (a sud di Herat, la mappa) - dove è basata la Task Force South East costituita dal 2/o reggimento alpini di Cuneo - quando sono stati attaccati con armi da fuoco da un gruppo di insorti.
Immediata, fa sapere il comando italiano, la reazione della pattuglia che ha subito messo in sicurezza l'abitato di Siav per poi prestare soccorso ai feriti, i quali dopo meno di trenta minuti sono stati evacuati in elicottero presso l'ospedale da campo di Farah, dove sono stati ricoverati. Tre hanno riportato ferite alle gambe e non sono in pericolo di vita. Il caporale Chierotti, gravemente colpito all'addome, è stato trasportato dall'ospedale di Farah alla struttura sanitaria di livello superiore di Camp Bastion. Ma il giovane, originario di Sanremo, è morto per il repentino aggravarsi delle condizioni cliniche, nonostante i tentativi di rianimazione.
La Procura di Roma ha aperto un fascicolo sull'accaduto. Attentato con finalità di terrorismo il reato configurato dagli inquirenti di Piazzale Clodio che sono ora in attesa di una serie di informative sulla dinamica della sparatoria.

Il caporale Tiziano Chierotti aveva 24 anni - Il caporale Tiziano Chierotti era nato il 7 ottobre 1988 a San Remo, in provincia di Imperia. Dal 2008 era effettivo al 2° reggimento alpini di Cuneo, inquadrato nella brigata alpina Taurinense. Salgono così a 52 i militari italiani morti dall'inizio della missione Isaf in Afghanistan, nel 2004.
Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha espresso ai familiari di Chierotti "i sentimenti della sua affettuosa vicinanza e della più sincera partecipazione al loro grande dolore" provocato dal "proditorio attacco". E messaggi di cordoglio sono arrivati anche dai presidenti di Camera e Senato, Gianfranco Fini e Renato Schifani.

Uccisi due soldati Usa e due inglesi - Sempre nella giornata di giovedì 25 ottobre, un altro attentato ha coinvolto i soldati Isaf. Nella provincia di Uruzgan un militare in uniforme afghana ha aperto il fuoco contro alcuni soldati della Forza internazionale di assistenza all'Afghanistan uccidendo due statunitensi Isaf. Lo hanno confermato le forze Usa in Afghanistan.
Mercoledì 24 ottobre, invece, due militari britannici sono rimasti uccisi nella provincia meridionale afghana dell'Helmand. Secondo quanto riferito da un portavoce della Nato, si tratta di un membro dei Royal Marines e di una soldatessa dell'esercito, morti a  causa delle ferite riportate mentre erano di pattuglia nel distretto di Nahr-e-Saraj. In base ad alcune ricostruzioni, non ancora confermate ufficialmente, si sarebbe trattato di un 'insider attack', vale a dire dell'azione di militari delle forze di sicurezza afghane che avrebbero rivolto le loro armi contro i soldati britannici. Il leader talebano,  il Mullah Omar, in un comunicato  rivendicava l'aumento di questo genere di attacchi contro i militari della Nato.

Leggi tutto