Usa 2012: nei sondaggi è ancora testa a testa

1' di lettura

Secondo l'ultima rilevazione ABC News/Washington Post, il presidente uscente è in testa con il 49% dei consensi contro il 46% del candidato repubblicano: distacco troppo risicato per essere attendibile. Il democratico però è in testa in 9 stati-chiave

Ad appena tre settimane dalle elezioni americane, la corsa per la casa Bianca rimane ancora incerta. Secondo l'ultimo sondaggio ABC News/Washington Post Obama è in testa rispetto a Romney con il 49% contro il 46%: un distacco troppo risicato per essere statisticamente attendibile. Obama però è ancora in testa in 9 stati-chiave (Colorado, Florida, Iowa, Nevada, New Hampshire, North Carolina, Ohio, Virginia e Wisconsin) con un vantaggio del 51% contro il 46%.

L'umore degli elettori sembra lievemente migliorato (anche se rimane piuttosto cupo: solo il 42% dice che il Paese è avviato nella giusta direzione). La buona notizia per Obama è che quel dato è cresciuto del 13% da agosto e ha raggiunto un livello che, secondo gli esperti, consente a un presidente uscente di rimanere al suo posto.

Il sondaggio conferma che Romney ha il fattore-classe sociale che gli gioca contro: il 57% ritiene infatti che da presidente favorirebbe i ricchi piuttosto che la 'middle class', un settore della popolazione che - secondo il 68% degli intervistati - è stato tutelato da Obama. L'inquilino della Casa Bianca, poi, è avanti di 11 punti tra i bianchi, ma ha uno straripante vantaggio (73% contro il 18) tra le minoranze.

Leggi tutto