Atene, scontri in piazza. Merkel: "Sono qui come amica"

1' di lettura

Tensione nella capitale: 40mila in piazza nonostante i divieti. Lancio di molotov contro la polizia. La Cancelliera annuncia: due progetti Ue da 30 milioni per la Grecia. Il presidente Papoulias: "Abbiamo quasi esaurito la nostra capacità di resistenza"

La Cancelliera tedesca Angela Merkel è in visita ufficiale in Grecia, il cuore della crisi del debito europeo, sfidando le proteste dei suoi abitanti per portare un messaggio di sostegno  a un Paese sull'orlo della bancarotta che sta lottando per restare nella zona euro. Ad accoglierla uno schieramento ingentissimo di forze dell'ordine. Il governo ha schierato 6.000 agenti, tra cui le unità anti terrorismo e cecchini sui tetti dei palazzi. Nonostante siano state vietate le manifestazioni, i gruppi di opposizione hanno annunciato proteste. Almeno 40mila i manifestanti in piazza Syntagma. Tra di loro anche il leader del partito di sinistra Syriza Alexis Tsipras e quello della tedesca Linke, Bernd Riexinger. Al termine dell'incontro tra Merkel e Samaras, la Cancelliera ha riconosciuto gli sforzi del governo ellenico e ha annunciato due progetti da 30 milioni per Atene.

ore 18.35 Merkel annuncia due progetti Ue da 30 milioni per Atene - Due progetti europei, con il sostegno della Germania, per un totale di 30 milioni di euro: è la misura concreta annunciata da Angela Merkel ad Atene, in conferenza stampa col premier ellenico Antonis Samaras. I due progetti sono finalizzati alla costruzione dell'amministrazione e al miglioramento dell'assistenza sanitaria in Grecia, ha spiegato, sottolineando che si tratta degli esiti immediati della "stretta collaborazione" fra Grecia e Germania, che lavorano insieme per riportare Atene alla competitività.

ore 17.45 Schaeuble chiede leggi per blindare il salvataggio - Il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble chiede che la Grecia blindi per legge il piano di salvataggi ed introduca dei "meccanismi di controllo" legislativi per evitare sbandamento nel percorso delle riforme e del consolidamento dei conti. Al termine dell'Ecofin Schaeuble ricorda che Atene ha implementato circa 60 delle 89 "azioni prioritarie" concordate a marzo e che avrebbero dovuto essere trasformate in leggi entro la fine di giugno.

ore 16.57 Papoulias: "Esaurita capacità di resistenza" -  "Abbiamo quasi esaurito la nostra capacità di resistenza": lo ha detto il capo di Stato ellenico, Karolos Papoulias, rivolgendosi alla cancelliera tedesca Angela Merkel da lui ricevuta al palazzo presidenziale. "Dobbiamo pensare a misure che portino speranza - ha proseguito Papoulias - in particolare a misure che favoriscano la crescita. Dobbiamo combattere contro la disoccupazione dei giovani e la sottoccupazione delle donne". "Non ho altro da dire - ha concluso il capo di Stato - il resto lo discuteremo in futuro, signora premier (così Papoulias si rivolge a Merkel)."

ore 16.53 Ancora feriti, ma folla defluisce
- Due manifestanti sono rimasti feriti
in tafferugli scoppiati poco fa nei pressi di piazza Syntagma tra sostenitori del partito di destra "Greci Indipendenti" e giovani incappucciati. Intanto nella piazza la folla ha cominciato a defluire anche se il Parlamento resta fortemente presidiato da agenti in tenuta antisommossa.

ore 15.55 Samaras: "La Grecia ha voltato pagina" - "Ho detto alla signora Merkel che in questo momento il popolo greco sta sanguinando, ma che io sono risoluto ad andare avanti nel nostro programma: non chiediamo favori e la signora Merkel ha dimostrato rispetto per i sacrifici che abbiamo fatto sottolineando che non devono andare sprecati". E' quanto ha detto il premier greco, Antonis Samaras, al termine dell'incontro con la cancelliera tedesca Anglea Merkel.  "Metteremo in atto misure che avremmo dovuto adottare molto tempo fa", ha poi aggiunto sottolineando che la "Grecia ha voltato pagina e la sua immagine sulla stampa internazionale è migliorata in modo impressionante, la nostra dignità è aumentata e la visita della signora Merkel lo dimostra: la Grecia uscirà dalla crisi più forte", aggiunto Samaras.

ore 15.48 Merkel: "Non sono qui per dare voti" - "Non sono una maestra di scuola e non sono qui per dare voti ma per sostenere un programma molto difficile". Lo ha detto Angela Merkel ad Atene, spiegando di essere in Grecia per "conoscere personalmente cosa sta facendo il governo e quale sia la situazione attuale: finora abbiamo parlato attraverso intermediari politici ma è meglio farlo direttamente, la comprensione è più semplice". "Per la Germania - ha aggiunto - è molto importante  conoscere bene come stanno i fatti. Sono stata informata su molte cose circa i negoziati con la troika ma aspettiamo il loro rapporto perché non facciamo il loro lavoro".

ore 15.38 Merkel: "Ora è in gioco la Ue" - "Quello che è in gioco adesso è  l'Unione Europea stessa". A dichiararlo, nel corso della conferenza  stampa congiunta tenuta ad Atene con il premier greco Antonis Samaras è stato il cancelliere Angela Merkel.

ore 15.31 Merkel: "Vorrei aumentare gli aiuti alla Grecia" - "Vorrei aumentare gli aiuti
destinati alla Grecia, i requisiti ci sono, ma dobbiamo aspettare la relazione della Troika". Lo ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel da Atene.

ore 15.28 Samaras: "Subito isolamento che non meritavamo" - Il fatto che la cancelliera tedesca Angela Merkel sia oggi in Grecia "è la prova che non siamo in quell'isolamento politico vissuto negli ultimi mesi: abbiamo fatto degli errori ma abbiamo subito un isolamento che non meritavamo". Lo ha detto il premier greco Antonis Samaras al termine dell'incontro con Angela Merkel.

ore 15.25  Merkel: "Vogliamo che la Grecia resti nell'euro" - "Vogliamo che la Grecia resti nell'Euro" ha detto la Merkel nel corso della sua visita ad Atene, invitando i greci a "fare la loro parte". "Molto è stato fatto, le riforme pagheranno", ha aggiunto la cancelliera

ore 15.20 Samaras: "Nostro nemico è la recessione" - "Il nostro nemico è la recessione". Lo ha detto Antonis Samaras ad Atene. "E il nostro obiettivo e' dare un lavoro ai giovani", ha aggiunto. Il premier greco ha spiegato che "la cancelleira ha mostrato comprensione".

ore 15.15 Merkel: "Grecia ha bisogno di crescita"
-  La Grecia "ha bisogno di
crescita oltre che di risparmi" ha detto Merkel, in conferenza stampa congiunta con il premier ellenico, Antonis Samaras. Atene, ha aggiunto Merkel, "non ha ancora completato il cammino delle riforme". - "Ora è il momento di fare scelte cruciali per la crescita in Grecia" ha aggiunto, spiegando che "il pagamento di una tranche dei prestiti internazionali non risolvera' tutti i problemi della Grecia". Lo ha detto la cancelliera tedesca, Angela Merkel in visita ad Atene.

ore 15.09 Merkel: "La Germania ha fiducia nella Grecia" -  "In Germania tutto il governo ed il Parlamento hanno fiducia in quello che la Grecia può  fare". Lo ha detto Angela Merkel ad atene dopo l'incontro con il premier Antonis Samaras, aggiungendo che "la Grecia ha fatto molti passi avanti ma molto resta ancora da fare". - "Siamo partner, siamo amici. Siamo
insieme nell'euro e nella Nato. E' nostro interesse comune recuperare la fiducia nella eurozona" ha spiegato la Cancelliera.

ore 15.06 Samaras: "Non ci servono altri soldi" - "La Grecia è pronta a rispettare i
suoi doveri e non chiede altri soldi". Lo ha detto Antonis Samars alla fine dell'incontro con Angela Merkel. Il premier greco ha aggiunto che "il popolo greco è ferito ma è determinato a restare nell'euro"

ore 14.56 Continuano gli scontri - Continuano i tafferugli tra polizia e dimostranti in piazza Syntagma ad Atene Gli agenti cercano di contenere la folla, che vuole abbattere la barricata che consente l'accesso alla zona dove si trova il palazzo in cui Angela Merkel sta incontrando il premier Antonis Samaras. Gli agenti stanno utilizzando gas lacrimogeni e spray urticanti, i dimostranti lanciano sassi.

ore 14.21 Molotov contro la polizia
- Uno gruppo di giovani con il volto coperto ha lanciato alcune bottiglie incendiarie e petardi fumogeni contro una squadra di poliziotti in tenuta anti-sommossa schierati in via Panepistimiou, nei pressi di piazza Syntagma. Gli agenti hanno caricato i manifestanti, disperdendoli.

ore 14.16 Lacrimogeni contro i manifestanti - I dimostranti stanno lanciando sassi
sugli agenti schierati in piazza Syntagma. In precedenza un gruppo di manifestanti ha preso di mira una barricata della polizia nel tentativo di arrivare al palazzo del governo dove è ancora in corso il colloquio Merkel-Samaras. Gli agenti antisommossa hanno respinto gli assalitori sparando lacrimogeni.

ore 14.04 Manifestanti in divisa nazista - Ci sono anche alcuni manifestanti  vestiti in divisa nazista tra le migliaia di persone (20-25mila  secondo le stime della polizia) radunatesi davanti a Piazza Syntagma  per protestare in occasione della visita ad Atene del cancelliere  tedesco Angela Merkel. Lo riferiscono alcuni testimoni via Twitter.  Altri testimoni riferiscono di aver visto bruciare delle bandiere  della Germania nazista in segno di protesta.

ore 13.51 40mila in piazza
- Sono almeno 40.000 - secondo le stime della polizia greca, molti di più per gli organizzatori - i manifestanti radunati in questo momento nella centrale piazza Syntagma ad Atene, davanti al Parlamento, dove finora non si segnalano incidenti di rilievo. Il raduno e' stato convocato dai sindacati Adedy e Gsee per protestare contro le nuove misure di austerita' richieste dalla troika al governo greco e contro l'odierna visita della cancelliera tedesca Angela Merkel.

ore 13.17 In piazza anche rappresentanti della Linke tedesca - "Angela Merkel è venuta ad Atene per dare il suo appoggio al governo di coalizione del premier Antonis Samaras e alle misure che vuole imporre, ma il popolo non reggerà al peso dell'austerità e alla fine vinceremo perché abbiamo il diritto dalla nostra parte": è questa la prima reazione 'a caldo' di Alexis Tsipras, il leader di Syriza (Sinistra radicale) subito dopo l'arrivo di Frau Merkel in territorio ellenico. Tsipras ha fatto le sue dichiarazioni parlando alla folla convenuta in piazza Syntagma, nel raduno organizzato dai sindacati Gsee e Adedy, alla presenza di Bernd Riexinge, uno dei leader della Linke tedesca.

ore 13.11 Scontri davanti ad ambasciata Usa - Scontri si registrano ad Atene, all'ospedale Henry Dunant, che si trova davanti l'ambasciata Usa nella capitale greca, con la polizia che ha lanciato lacrimogeni per impedire un corteo spontaneo dei dipendenti della struttura, che volevano manifestare contro la visita di Angela Merkel. I dipendenti, che non ricevono salario da 8 mesi, hanno lanciato bottiglie contro gli agenti.

ore 12.17 Siti del governo sotto attacco -  I siti web del ministero degli  Esteri e del ministero dell'Ordine Pubblico sono stati attaccati dal  gruppo hacker Anonymus. Come rende noto il quotidiano Kathimerini a finire nel mirino dei pirati informatici sono  stati anche i siti della Polizia greca e del presidente della  Repubblica, Karolos Papoulias.

ore 12.29 Angela Merkel atterra ad Atene -  L'aereo con a bordo la cancelliera
tedesca Angela Merkel è atterrato sulla pista dell'aeroporto internazionale Elefterios Venizelos di Atene.


Leggi tutto