Turchia-Siria, ancora tensione: Ankara risponde a Damasco

1' di lettura

Un nuovo colpo di mortaio sparato dal territorio siriano è caduto nel villaggio di Akcakale, località di confine dove in un episodio analogo erano stati uccisi mercoledì 3 ottobre cinque civili. Immediata la replica dell’esercito turco

Ancora tensione tra Turchia  e Siria. Domenica 7 ottobre un nuovo proiettile di mortaio sparato dal territorio siriano è caduto nel villaggio turco di Akcakale, località di confine dove mercoledì 3 ottebre, in un episodio analogo erano stati uccisi cinque civili. Questa volta non ci sono stati né vittime né feriti, ma l'esercito turco ha risposto immediatamente con colpi d'artiglieria. Da mercoledì, giorno della strage di Akcakale, Ankara risponde colpo su colpo ad ogni tiro che dalla Siria finisce in Turchia.

Secondo quanto riferito dai media turchi, il colpo sparato dal territorio siriano sarebbe caduto vicino ad una azienda agricola del Turkish Grain Board, a diverse centinaia di metri dal centro di Akcakale.
Secondo l'emittente Ntv, invece, il colpo è caduto nel giardino di un edificio pubblico che le autorità avevano evacuato in via precauzionale. Secondo l'agenzia Anadolu, si sono avuti solo danni minori.
Nessuna informazione è  invece stata fornita sull'esito dei colpi d'artiglieria sparati dall'artiglieria turca in territorio siriano.

Leggi tutto