Satira e Islam, Charbonnier: "Non rinunciamo alla libertà"

1' di lettura

Il responsabile del settimanale francese Charlie Hebdo, a Sky TG24, spiega perché ha pubblicato le vignette su Maometto. “Abbiamo impiegato un metodo umoristico per parlare d’attualità”, dice. E sulle foto di Kate: “Non le avremmo fatte uscire”

Stephane Charbonnier, direttore del settimanale francese Charlie Hebdo, spiega ai microfoni di SkyTG24 perché il suo magazine ha pubblicato le vignette su Maometto. “Siamo un giornale d’attualità e ci occupiamo d’attualità – dice –. Tutta la stampa ha parlato del filmato fascista e antimusulmano diffuso su internet. Noi, in quanto stampa, abbiamo fatto lo stesso. Quel che ha scioccato è che abbiamo impiegato un metodo umoristico per parlare d’attualità”.

Charbonnier risponde anche a chi accusa il suo giornale di aver alimentato le violenze e le proteste del mondo musulmano. “Invece di puntare il dito contro delle vignette –dice – bisognerebbe puntarlo contro i terroristi, che non hanno bisogno di questo pretesto per agire”. E sulla paura aggiunge: “Cedere alla paura significa rinunciare alla libertà e a tutto il resto. Già il fatto di dire che abbiamo paura a loro piace, per questo non lo dirò”.

Il direttore di Charlie Hebdo parla anche delle foto in topless di Kate Middleton: “Non siamo un giornale che pubblica foto, ma se così fosse stato non le avremmo pubblicate. È un oltraggio alla vita privata e non è quel che facciamo”.

Leggi tutto