Terremoto in Cina, decine di morti e centinaia di feriti

1' di lettura

La prima scossa di magnitudo 5.7 è stata registrata tra le province sud occidentali di Yunnan, Guizhou e Sichuan. La terra ha tremato altre 16 volte. 20mila case danneggiate. Si scava tra le macerie

Decine di persone hanno perso la vita a causa delle forti scosse di terremoto che hanno colpito il sud ovest della Cina. Lo riferisce l'agenzia Nuova Cina. Sono più di 20.000 le case danneggiate tra le province dello Yunnan e del Guizhou, anche se il maggior numero di danni si è registrato nella contea di Yiliang nello Yunnan.

Sciame sismico con magnitudo 5 - Il terremoto più forte, il primo, di magnitudo 5.7 ha colpito l'area alle 11.19 di venerdì 7 settembre (le 6.19 ora italiana). Secondo le informazioni del China Earthquake Network Center (Cenc), l'epicentro è stato registrato ad una profondità di 14 chilometri. Quasi un'ora dopo, la stessa zona è stata scossa da un terremoto di magnitudo 5.6. A questa sono succedute una scossa del 3.2 e un'altra di magnitudo 4,4. La terra ha tremato in tutto sedici volte, anche con magnitudo superiore al grado 5, lungo il confine tra le province dello Yunnan e del Guizhou.


Migliaia di sfollati - Secondo il bilancio provvisorio le vittime sono oltre 40 e 150 i feriti. Il dato è stato reso noto dall'ufficio Relazioni Pubbliche della città di Zhaotong nello Yunnan, la provincia più colpita insieme al Guizhou che non ha ancora fornito dati sulle vittime. Al momento fonti governative parlano di 20mila sfollati e 20mila abitazioni collassate o danneggiate.

La provincia del Sichuan nel 2008 fu colpita da un violento terremoto che costò la vita a più di 87mila persone.

Leggi tutto