Isaac sferza la Louisiana, venti a 140 km all'ora

1' di lettura

L'uragano avanza verso New Orleans. Nella città scatta il coprifuoco. Ed è allarme black out: 500mila persone senza elettricità. Alcuni argini hanno già ceduto. Obama: "Pronti a evacuare"

La situazione si fa sempre più critica a New Orleans e in tutto il sud della Louisiana dove il passaggio dell'uragano Isaac - nel giorno dell'anniversario di Katrina, l'uragano che nel 2005 provocò oltre 1800 morti - sta mettendo a dura prova la popolazione e le migliaia di persone impegnate nel fronteggiare l'emergenza. Il giorno dopo l'avvertimento del presidente Obama ("Nessun panico, l'America è pronta. Ma i cittadini si preparino ad essere evacuati, se sarà necessario".), le raffiche di vento superano in alcuni momenti i 140 chilometri orari e le piogge torrenziali stanno allagando strade e abitazioni. L'allarme maggiore in queste ore è quello di possibili inondazioni, visto che già hanno ceduto alcuni argini nel sudest della Louisiana, con molte delle barriere poste dopo l'uragano Katrina oramai superate dal livello dell'acqua. Livello che in alcuni punti ha raggiunto quasi i tre metri. Tanto che in alcune zone gli uomini della National Guard - sono ben 1.500 quelli schierati e affiancati anche dall'esercito - sono già dovuti intervenitre per salvare delle persone in pericolo.

Blackout: in 500mila senza luce - Il Mississippi fa paura. Molte le strade interrotte per gli allagamenti e circa 2.000 abitanti sono stati evacuati nell'area di Plaquemines Parish, mezz'ora di macchina a sud di New Orleans. Grandi disdagi sono poi causati dai vasti blackout con ormai oltre 500.000 persone senza corrente elettrica e il 75% di New
Orleans al buio. Tantissime le telefonate a polizia, vigili del fuoco e autorità cittadine in cui si chiede aiuto e soccorso. Nella Saint Bernard Parish, una zona dell'area periferica della città della Louisiana, intanto è scattato il coprifuoco. Rimarrà in vigore fino alle 18:00 di giovedì 30, ha annunciato lo sceriffo locale, James Pohlmann. La Saint Bernard Parish è stata una delle zone più severamente colpite da Katrina, nel 2005.

Isaac si muove lentamente - Gli esperti dello Us National Hurricane Center e del Centro meteo nazionale si aspettano un peggioramento della situazione nelle prossime ore. Anche perché, spiegano, Isaac si muove in 'slow motion', molto più lentamente di Katrina, ed è destinato a rimanere sulla zona per parecchie ore. Così si preparano ad 'accogliere' Isaac - che punta verso nord-ovest - altre città: come Baton Rouge, capitale della Lousiana, dove l'uragano dovrebbe arrivare entro stasera.

Leggi tutto