Etiopia, morto il premier Meles Zenawi

Il premier etiope Meles Zenawi, scomparso all'età di 57 anni
1' di lettura

57 anni, ex leader della guerriglia separatista, è deceduto all'estero per "un'improvvisa infezione". Gli succede il suo vice Hailmariam Desalegn

E' morto per "un'improvvisa infezione" Meles Zenawi, dal 1995 primo ministro e già presidente etiopico, ex leader della guerriglia separatista del Fronte Popolare di Liberazione del Tigrè: ne ha dato notizia la televisione di Stato, secondo cui Meles è deceduto mentre si trovava "in ospedale all'estero", in "convalescenza da due mesi".

Nessun dettaglio è stato fornito, ma si era vociferato che il premier si trovasse a Bruxelles.
Meles, numero uno del Fronte Popolare Rivoluzionario Democratico Etiopico al potere nel Paese africano, aveva 57 anni, e da tempo non era più apparso in pubblico.
Alla fine di luglio aveva disertato un vertice dell'Unione Africana in programma proprio ad Addis Abeba, e il governo dell'Etiopia aveva reso noto in quell'occasione che si stava riprendendo da una non meglio specificata malattia, smentendo però le illazioni secondo cui sarebbe stato in punto di morte, se non già spirato.

Ai vertici istituzionali fin dal 1991, dopo la caduta del regime dittatoriale di Mengistu Hailè Mariam, seppe evitare la dissoluzione strisciante di uno tra gli Stati con il maggior numero di etnie diverse introducendo l'ordinamento federale, autentico tabù politico in Africa. Come premier ad interim è già stato nominato il suo vice, Hailemariam Desalegn.

Leggi tutto