Texas, uno sfratto all’origine della sparatoria nel campus

1' di lettura

Thomas Caffall, 35 anni, ha aperto il fuoco contro un poliziotto che gli stava per notificare l’ordinanza nella città universitaria a novanta chilometri da Houston. Tre le vittime: l’agente, il killer e un passante. Quattro i feriti

E' stato identificato l'autore dell'ennesima sparatoria mortale negli Stati Uniti. Si chiamava Thomas Caffall e aveva 35 anni. L’uomo ha ucciso un poliziotto e un passante durante uno scontro a fuoco alla 'Texas A&M University' di College Station, una novantina di chilometri a nord-ovest di Houston, prima di essere a sua volta colpito mortalmente dagli agenti intervenuti per fermarlo.

Gli inquirenti hanno confermato inoltre che il 35enne ha aperto il fuoco contro il poliziotto che gli stava per notificare un'ordinanza di sfratto: ancora tuttavia non è stato chiarito se Caffall dovesse abbandonare la propria casa in quanto inquilino moroso, oppure per non aver onorato un'ipoteca che aveva acceso sulla proprietà immobiliare.
I feriti sono stati quattro, tra cui una donna di 55 anni sottoposta a intervento chirurgico d'urgenza; lesioni meno gravi hanno riportato altri tre agenti.
Sull’account che Caffall aveva su Facebook sono state trovate immagini di numerose di armi da fuoco, soprattutto a canna lunga, che Caffall si vantava apertamente di possedere.

La sparatoria alla Texas A&M University arriva a 23 giorni dalla strage del cinema Aurora in Colorado, in cui sono morte 12 persone, e 8 giorni dopo il massacro al tempio sikh di Oack Creek in Wisconsin in cui un uomo ha ucciso 6 fedeli prima di essere colpito per poi suicidarsi.

Leggi tutto