In Francia dal 2013 via libera ai matrimoni gay

1' di lettura

Le coppie omosessuali potranno anche adottare bambini. Ad annunciarlo è stato il premier Jean-Marc Ayrault, confermando una promessa fatta dal presidente Hollande in campagna elettorale. L’obiettivo è promulgare la legge entro il prossimo anno

In Francia le coppie omosessuali potranno sposarsi e adottare bambini a partire dall'anno prossimo: è l'annuncio del premier Jean-Marc Ayrault, durante un importante discorso programmatico in parlamento.
"Nel primo semestre 2013, il diritto al matrimonio e all'adozione sarà aperto a tutte le coppie, senza discriminazione - ha detto Ayrault, confermando una delle grandi promesse elettorali del presidente socialista Francois Hollande - La nostra società evolve, i modi di vita e le mentalità cambiano. Emergono nuovi bisogni. Il governo risponderà in nome del principio di uguaglianza".

Secondo un recente sondaggio, il 63% dei francesi è favorevole al matrimonio aperto a tutti e il 56% al diritto di adozione e filiazione per gli omosessuali. Sono 20.000 i bambini Oltralpe a vivere già con genitori dello stesso sesso.
La procedura potrebbe richiedere diversi mesi: una volta redatto, il testo dovrà ottenere l'approvazione del Consiglio Superiore dell'Adozione e del Consiglio di Stato, prima che sia presentato in Parlamento. E il percorso non sarà facile: il dibattito sulla parità di diritti anche per lesbiche e gay è caldo in Francia, soprattutto per quanto riguarda le adozioni o la filiazione (inseminazione artificiale).
Durante la campagna elettorale Hollande aveva previsto nel suo programma l'accesso al matrimonio e all'adozione per le coppie dello stesso sesso entro la primavera dell'anno prossimo. Nei giorni scorsi, la ministra della Famiglia, Dominique Bertinotti, ha detto di essere "fiduciosa": la legge sarà pronta nel 2013. E ha aggiunto: "Gli omosessuali, avranno gli stessi diritti e gli stessi doveri delle altre coppie sposate. Non c'è un unico modello di famiglia". E ancora: "E' un onore per la sinistra essere il vero difensore delle famiglie e dell'uguaglianza. Io sono la ministra di tutte le famiglie".

Leggi tutto