Afghanistan: bomba contro militari italiani, 4 contusi

1' di lettura

L'ordigno artigianale è esploso al passaggio di una pattuglia nell'area di Farah. I soldati hanno ricevuto le prime cure sul posto e, rientrati alla base con un elicottero, sono stati sottoposti a ulteriori accertamenti

Una bomba è esplosa contro una pattuglia italiana in Afghanistan e quattro militari sono rimasti contusi. Nel pomeriggio del 15 giugno, alle 17 locali (14.30 in Italia), la pattuglia della Task Force South (su base reggimento cavalleggeri Guide e 21esimo reggimento genio guastator), è stata coinvolta nell'esplosione di un ordigno artigianale, mentre era impegnata in una attività di controllo degli itinerari.
L’attacco è avvenuto a circa 39 km a sud-est dalla area della Fob (Forward Operating Base) 'Dimonios', nell'area di Farah, settore di responsabilità italiana, tra le più problematiche per la coltivazione del papavero da oppio e dove pertanto più costante e' l'impegno delle unità di manovra di Isaf.

I militari contusi, che sono comunque rimasti sempre coscienti, hanno ricevuto le prime cure sul posto e, rientrati in base con un elicottero, sono stati sottoposti ad ulteriori accertamenti. Le loro condizioni non destano preoccupazione. I militari hanno informato personalmente i propri familiari.

Leggi tutto