Grecia, parlamentare neonazista aggredisce collega: video

1' di lettura

Durante un dibattito tv un deputato di Alba d’Oro, Ilias Kasidiaris, ha gettato un bicchiere d'acqua contro un collega della Coalizione delle Sinistre e colpito a pugni un'altra deputata del Partito Comunista

Grecia, tensione non solo in Parlamento ma anche in tv. Ilias Kasidiaris, un parlamentare del partito filonazista greco Alba d'Oro, che alle elezioni del 6 maggio ha ottenuto il 6,97% dei voti e 21 deputati in Parlamento, ha aggredito fisicamente altri due deputati nel corso di una trasmissione in diretta sulla tv privata Antenna.
Prima Kasidiaris ha gettato un bicchiere d'acqua contro un parlamentare della Coalizione delle Sinistre (Syriza) e poi ha colpito a pugni un'altra deputata del Partito Comunista.
A scatenare la violenza, il fatto che quest'ultima gli avesse ricordato il suo presunto coinvolgimento in una rapina a mano armata nel 2007 (un'udienza sulla vicenda, poche ore prima, era stata aggiornata). Secondo i giornalisti presenti, il manesco deputato neonazi avrebbe poi colpito anche altre persone che partecipavano alla trasmissione. La magistratura ha spiccato un mandato d'arresto.

Guarda il video (lo scontro è nell'ultima parte):



La vittoria di Alba Dorata nelle elezioni del 6 maggio - che ha colto di sorpresa non solo il Paese ellenico ma tutta l’Europa - ha segnato il ritorno per la prima volta dell'estrema destra nel Parlamento di Atene dopo la fine della giunta militare, nel 1974. Il leader, Nikos Michaloliakos, ha al suo attivo diverse uscite-shock: ha sostenuto che ad Auschwitz non ci furono camere a gas e messo in dubbio il numero degli ebrei uccisi dall'Olocausto; e ha anche proposto di minare il confine greco-turco per evitare l'ingresso di immigrati clandestini.

Leggi tutto