Grecia: proteste anti-immigrati a Patrasso, 10 feriti

1' di lettura

Circa 350 residenti, fomentati dai neonazisti di Alba Dorata, sono stati dispersi mentre assaltavano una fabbrica rifugio di un gruppo di migranti. All'origine degli scontri l’omicidio di un 30enne, per il quale è stato arrestato un giovane afgano

Diverse auto bruciate e dieci persone ferite. Venti manifestanti fermati e cinque arrestati dalla polizia. Questo è il bilancio dei violenti scontri di martedì 22 maggio a Patrasso, città portuale della Grecia occidentale. A scatenare l’ira dei residenti, fomentati da alcuni esponenti del partito neonazista Alba Dorata, l’omicidio di un trentenne greco per il quale la polizia aveva arrestato un giovane afgano.

Athanasios Lazanas era stato visto discutere con tre ragazzi. Poi è stato trovato morto, assassinato nel quartiere Itanes, a Patrasso. Dopo l’arresto di un giovane afgano, ritenuto responsabile dell’omicidio, la collera dei residenti del quartiere si è scatenata contro un gruppo di immigrati che avevano trovato in una fabbrica abbandonata il loro rifugio, in attesa di riprendere il viaggio verso altri Paesi europei, più ricchi e con maggiori opportunità di lavoro.

Negli ultimi anni il porto di Patrasso è diventato una tappa “obbligata” per i migranti dell’Asia centrale, in prevalenza afgani, che cercano di entrare in Europa dalla Grecia. Le tensioni con i residenti sono aumentate nel tempo e adesso sono esacerbate dalla profonda crisi economica che sta investendo il Paese.

Dopo l’arresto del presunto assassino di Lazanas, circa 350 persone sono andate a manifestare sotto la fabbrica abbandonata. Alla guida del corteo ci sarebbero stati esponenti di Alba Dorata, il partito neonazista che alle ultime elezioni presidenziali del 6 maggio ha ottenuto il sette per cento dei voti.

La polizia è dovuta intervenire con i lacrimogeni, dopo che i manifestanti avevano cominciato a tirare bottiglie molotov verso il rifugio. Almeno otto agenti sono rimasti feriti negli scontri.

Guarda il video



Leggi tutto