Cavalca un'onda da 24 metri, è nel Guinness dei primati

1' di lettura

Garrett Mcnamara, surfista hawaiano di 44 anni, ha ricevuto il prestigioso riconoscimento dopo una scrupolosa analisi delle immagini dell’evento. L’impresa è stata compiuta lo scorso novembre a Nazarè, in Portogallo

Ci sono voluti quasi sei mesi e un tavolo di esperti indipendenti per stabilire che l’onda cavalcata da Garrett Mcnamara a Nazarè, in Portogallo, fosse davvero la più alta del mondo. Un muro d’acqua di circa 24 metri. Dopo attenti studi, la differenza con il record precedente stabilito nel 2008 dal surfista Mike Parsons in California è risultata essere solo di un piede. Circa 357 centimetri.

In un’intervista concessa alla Reuters Mcnamara, surfista dall’età di 17 anni, ha raccontato il giorno dell’onda record, confessando che se non fosse stato per l’insistenza dei suoi amici lui sarebbe rimasto a dormire. Era stanco per aver cavalcato onde, “credeteci o no, anche un po’ più grandi”, per tutto il giorno precedente e voleva riposarsi. “La mia ragazza, Nicole Macias, mi avvertì dalla radio dicendomi che stava arrivando una grande onda”, racconta Mcnamara che poi spiega come “il mostro d’acqua” lo stava portando dritto verso le rocce. “In quel caso, se cadi, non c’è molto da fare”, ha detto. Per sua fortuna e bravura, il surfista è riuscito ad andare al lato dell’onda, spostandosi dalla cresta che cadeva in mare.

“Io faccio surf solo perché mi piace, non cerco i record”, ha detto Mcnamara, che poi ha ricevuto il riconoscimento della sua performance al Billabong XXL Global Big Wave Awards a Anaheim, in California.

Leggi tutto