Siria, Kofi Annan: "Assad rispetterà il cessate il fuoco"

L'inviato dell'Onu per la Siria Kofi Annan
1' di lettura

Il mediatore dell'Onu, nel corso di una visita a Teheran, riferisce l'impegno del governo siriano ad aderire alla tregua. Ma secondo la Cnn Turk il regime continua a sparare contro i profughi che fuggono in Turchia

Guarda anche:
Lo Speciale Mediterraneo di Sky.it

(in fondo all'articolo tutti i video sulla Siria)

"Ho ricevuto assicurazioni dal governo siriano che rispetterà il cessate il fuoco", previsto dal piano di pace dell'Onu. Lo ha detto Kofi Annan, mediatore dell'Onu e della Lega araba per la Siria, aggiungendo che "ogni ulteriore militarizzazione del conflitto sarà disastrosa e avrà conseguenze inimmaginabili". “Se tutti rispetteranno la tregua – ha continuato Annan durante una visita a Teheran  - penso entro le sei del mattino di giovedì vedremo un miglioramento delle condizioni sul terreno".

Intanto però, secondo la Cnn Turk, continuano gli spari dalla Siria contro il territorio turco, dove si trovano i campi profughi siriani.  Il canale televisivo ha mostrato immagini di spari con armi automatiche  provenienti da una postazione in Siria con la bandiera del Paese  arabo, e diretti verso la Turchia, nei pressi di Kilis. I colpi hanno  raggiunto un campo profughi, senza provocare vittime.

Secondo i media turchi, nel mirino c'erano siriani in fuga dalla patria per sfuggire alle violenze in corso da più di un anno. Ieri il premier turco Recep Tayyip Erdogan ha accusato Damasco di  "violazione" dei confini dopo gli spari di lunedì dalla Siria  contro un campo profughi siriani in Turchia, che hanno fatto alcune  vittime. "E' stata una palese violazione dei confini - ha detto  Erdogan - Ovviamente prenderemo le misure necessarie".

Leggi tutto