Birmania, il partito di Suu Kyi conquista 43 seggi su 44

Aung San Suu Kyi dopo la notizia della sua elezione
1' di lettura

Annunciati i risultati definitivi del voto suppletivo che si è svolto domenica, le prime elezioni libere da anni. Il movimento del premio Nobel non ha vinto solo in una circoscrizione. Nella quale però non si era presentato…

Guarda anche:
Due anni fa la liberazione di Aung San Suu Kyi
Birmania, Aung San Suu Kyi: "Inizia una nuova era". VIDEO

Arrivano i risultati definitivi dalle elezioni suppletive che si sono svolte domenica in Birmania, le prime considerate libere. La Lega Nazionale per la Democrazia, il partito della leader dell'opposizione e premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi, è stato il primo partito per numero di voti in 43 delle 44 circoscrizioni nelle quali si votava. Il partito del premio Nobel ha così conquistato 37 seggi alla Camera bassa del parlamento, 4 in quella alta e due nelle Camere regionali. Tra le elette la stessa Aung San Suu Kyi, che ha vinto nella circoscrizione di Kawhmu. Il partito al potere ha vinto un solo seggio nella circoscrizione in cui la Lnd non aveva presentato nessun candidato. E' questo quello che emerge dai risultati ufficiali annunciati dalla televisione di stato.

Commentando gli esiti del voto, il presidente birmano, l'ex generale Thein Sein, ha parlato di "un successo". Le elezioni si sono svolte con successo", ha dichiarato Thein ai giornalisti, a margine del summit dell'Asean, l'Associazione dei Paesi del Sud-Est asiatico, in corso a Phnom Penh. Si tratta del primo commento del governo del Myanmar (responsabile in tutti questi anni della prigionia di Aung San Suu Kyi) sul voto che ha visto il trionfo della leader dell'opposizione, Aung San Suu Kyi, commento ancora piu' significativo se si considera che Thein Sein parla raramente alla stampa. Ora, sull'onda dell'approvazione internazionali per gli esiti del voto, i leader dell'Asean, l'Associazione del Sudest Asiatico, "sollecitano la revoca delle sanzioni" contro la Birmania.

Leggi tutto