Lommel piange le piccole vittime dello schianto in Svizzera

1' di lettura

Si sono svolti nel paesino del Belgio i funerali delle 28 persone morte nell’incidente avvenuto lo scorso 14 marzo nel tunnel di Sierre. Commozione, rabbia e dolore per le 22 bare bianche con le salme dei bambini. VIDEO

Guarda anche:
Incidente in Svizzera, strage di bambini: le foto
Lutto in Belgio per la strage di bimbi: foto
Nel 2010 l'incidente a un pullman francese in Italia

(In fondo all'articolo gli aggiornamenti sull'incidente in Svizzera)

Un fortissima commozione, grande rispetto per il dolore dei genitori e un clima di tristezza che ha invaso tutto il paese: così migliaia di persone arrivate a Lommel, tranquilla località belga al confine con l'Olanda, hanno reso l'ultimo omaggio alle vittime dell'incidente avvenuto in Svizzera martedì 14 marzo in cui sono morte  28 persone, di cui 22 bambini.

Per Lommel il bilancio è stato pesantissimo. Nel terribile schianto dell'autobus contro il muro la gallerie di Sierre i morti provenienti dalla piccola scuola primaria di questa località sono stati ben 17, di cui 15 bambini e due adulti (un'insegnante e un'accompagnatrice). Le bare, trasportate da drappelli di militari e su cui erano stati posti cuscini di fiori bianchi, sono state raccolte all'interno della Soverein Arena, una struttura allestita a lutto con una moltitudine di drappi scuri.

Per assistere ai funerali - di cui ampi passaggi sono stati trasmessi in diretta sulle principali reti televisive belghe - all'interno dell'Arena hanno preso posto circa 5000 persone. Tra questi, il re del Belgio Alberto II, la regina Paola, il premier Elio Di Rupo, il collega olandese Mark Rutte, il principe d'Orange Willem Alexander e la principessa Maxima. Tra le personalita' presenti anche il presidente permanente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy e quello della Confederazione elevetica Eveline Widmer-Schlumpf.
Qualche altro migliaio di persone, sotto un caldo sole primaverile, ha assistito in silenzio alla celebrazione ritrasmessa su maxischermi all'esterno dell'Arena.

Per ricordare le vittime, davanti a un microfono si sono avvicendati genitori e parenti stretti che, con la voce rotta dalla commozione, hanno letto brevi messaggi di commiato rivolti ai loro cari. Durante la cerimonia, durata circa tre ore, alcuni cantanti belgi hanno intonato canzoni dedicate alle piccole vittime ed anche il borgomastro di Lommel, Peter Venvelthoven, ha voluto testimoniare il suo dolore per la prematura scomparsa dei suoi piccoli concittadini. Al termine della celebrazione, le bare sono portate fuori dai militari e sono state affidate ai familiari che hanno provveduto alla loro inumazione nel cimitero di Lommel in forma strettamente privata.

Intanto, mentre proseguono le indagini per accertare le cause dell'incidente, dall'ospedale di Losanna sono giunte notizie positive. Gli ultimi tre bambini ancora ricoverati - due belgi e un olandese - sono usciti dal coma. Le loro condizioni, secondo i sanitari elvetici, sono sensibilmente migliorate.

Leggi tutto