Il fratello di Franco Lamolinara: "Vogliamo spiegazioni"

1' di lettura

Nel giorno in cui la salma dell’ingegnere ucciso in Nigeria è tornata in Italia, i parenti chiedono che sia fatta luce sul blitz fallito: "Se ci sono stati degli errori qualcuno dovrà spiegarci questa cosa". I funerali si svolgeranno lunedì 12 marzo

Guarda anche :
Nigeria, ucciso in un blitz Franco Lamolinara
FOTO - Il compound - Il rientro della salma
I concittadini di Lamolinara: eravamo fiduciosi
Italiani ancora in ostaggio: ecco chi sono

"Se ci sono stati degli errori qualcuno dovrà spiegarci questa cosa". Nel giorno del rimpatrio della salma di Franco Lamolinara, l'ingegnere italiano ucciso in Nigeria insieme a Christopher McManus durante il fallito blitz per la loro liberazione, il fratello chiede la verità su quanto accaduto giovedì scorso. "Se ci sono cose non chiare? Specialmente nell’ultimo momento. Noi eravamo fiduciosi, poi la situazione è precipitata, non so perché, qualcosa non ha funzionato". Bruno Lamolinara ringrazia però il prefetto, la Farnesina e quanti sono stati vicini alla famiglia in questo periodo: "Ci hanno sempre assistito".

Intanto, mentre restano i dubbi sulla dinamica del blitz , il prefetto di Vercelli, Salvatore Malfi, ha annunciato che i funerali dell'ingegnere saranno celebrati lunedì 12 marzo, alle ore 15, a Gattinara, nella parrocchia di San Pietro.

Guarda il video:


La messa - si apprende da don Renzo Del Corno, di San Bernardo, da sempre vicino alla famiglia dell'ingegnere - sarà officiata dall'arcivescovo di Vercelli, monsignor Enrico Masseroni. Al suo fianco lo stesso don Renzo. Per quella giornata a Gattinara sarà proclamato il lutto cittadino.

Leggi tutto