Rick Santorum, l'idolo della destra repubblicana

Rich Santorum - Foto: Getty
1' di lettura

Ultra-cattolico tradizionalista, ex parlamentare della Pennsylvania, padre di sette figli, il politico di origini italiane è l'outsider che ha messo in difficoltà Mitt Romney. Ad appoggiarlo la parte più conservatrice del partito repubblicano

Guarda anche:
Verso le elezioni: lo speciale

America 2012: tutte le foto
Quattro anni fa l'elezione di Obama: lo Speciale

Giovane, avvocato ultra-cattolico tradizionalista, ex parlamentare della Pennsylvania, Rick Santorum partito da outsider è cresciuto nei sondaggi (e nei voti) fino a diventare l'unica minaccia per Mitt Romney nella corsa alla nomination. Di origini italiane (suo padre era trentino), Santorum è nato in Virginia il 10 maggio del 1958 e gode dell'appoggio del Tea Party, il movimento della destra americana. Padre di sette figli, ha emozionato l'America raccontando la toccante storia della sua ultima figlia, Bella, nata con una gravissima malattia simile alla sindrome di down. In prima fila nella battaglia contro l'aborto e a favore dei diritti umani, ha visto crescere le proprie quotazioni dopo l'endorsment ricevuto da Rupert Murdoch.

Dietro alla sua campagna elettorale, però, secondo molti osservatori (tra cui il premio Nobel per l'Economia Paul Krugman) potrebbero esserci i fratelli Koch, ultramiliardari a capo di una multinazionale chimica, da sempre forti oppositori della politica di Barack Obama. Santorum è infatti il leader del Ethics and Public Policy Center, (Eppc) una sorta di pensatoio ultratradizionalista, i cui maggiori sponsor sono proprio i fratelli Koch. Fondato nel 1976, questo Think tank, come si autodefinisce nel suo sito, "punta ad applicare i principi della morale Giudaico-Cristiana ai principali temi della politica. Dalla Guerra Fredda alla guerra al terrorismo, dalla disputa sul ruolo della religione nella vita pubblica, sino alla battaglia per la difesa della famiglia, il Eppc e i suoi adepti hanno costantemente cercato di difendere i valori e gli imperativi dell'Occidente, il rispetto per la dignità della persona umana, la libertà individuale, la giustizia e il governo non invadente nella vita dei cittadini".

Leggi tutto