La Russia al voto sotto il segno di Putin

1' di lettura

Le urne resteranno aperte fino alle ore 18 per le elezioni presidenziali. Scontata la vittoria dell'attuale premier, nonostante le tante proteste degli ultimi mesi. Montate oltre 90mila webcam per controllare la regolarità del voto

Guarda anche:
Putin al seggio con la moglie: LE FOTO
Presidenziali 2012, i candidati - FOTO
Elezioni in Russia, tra spot sul Web e il rischio di brogli
Pussy Riot, il gruppo punk che sfida Putin

Si vota per le elezioni presidenziali in Russia. Le urne resteranno aperte fino alle 21.00 ora di Mosca (le 18.00 in Italia) anche se il risultato appare scontato. I sondaggi accreditano la vittoria la primo turno al premier Vladimir Putin contro i suoi quattro sfidanti: il leader comunista Ghennadi Ziuganov, quello ultranazionalista Vladimir Zhirinovski, il capo del partito di centro sinistra Russia Giusta e il "debuttante" Mikhail Prokhorov, primo oligarca ad ambire alla poltrona più alta del Paese.

Quest'ultimo è stato il primo a votare tra i candidati presidenziali: per farlo ha volato per oltre 4.000 km da Mosca alla città siberiana di Krasnoiarsk, regione dove c'è la sua miniera d'oro Olimpiadninskoye della sua società Polus Zoloto. Poi ha ripreso l'aereo per tornare nella capitale, dove intende seguire il processo elettorale e partecipare stasera a diversi talk show televisivi. Gli elettori chiamati alle urne sono circa 110 milioni, i seggi oltre 94 mila, tutti collegati da webcam volute da Putin per assicurare maggiore trasparenza, anche se non potranno filmare il conteggio delle schede, ossia la fase più delicata. Per la prima volta il mandato presidenziale sarà di sei anni, dopo la riforma approvata nella precedente legislatura. E' previsto il ballottaggio se nessuno dei concorrenti supera il 50% al primo turno.

Le webcam per sorvegliare il voto presidenziale in corso in Russia sono state installate su 91 mila dei 96 mila seggi: 80 mila monitorano in tempo reale, 11 mila si limitano a registrare, come ha riferito il ministro per le comunicazioni Igor Shiogoliev. Negli altri seggi non è stato possibile installare le videocamere per problemi logistici legati a zone remote non collegate o collegabili alla rete. Oltre un milione di persone si sono registrate per seguire on line il processo elettorale. Circa 6000 seggi sono stati dotati delle nuove urne che contano automaticamente i voti, mentre altri mille hanno urne elettroniche che non richiedono la scheda cartacea.

Leggi tutto