Francia: fischi e lanci di uova per Sarkozy a Bayonne

1' di lettura

Il presidente francese è stato contestato nella cittadina basca del sud-ovest del Paese ed è stato costretto a rifugiarsi in un bar. "Comportamento inammissibile di una minoranza", ha denunciato lasciando la località prima del previsto

Fischi, contestazioni e lanci di uova: è la burrascosa e inattesa cattiva accoglienza che è stata riservata al presidente francese Nicolas Sarkozy in visita a Bayonne, cittadina basca nel sud-ovest della Francia, mercoledì 1 marzo.  Un gruppo di giovani, che lo stava aspettando nel centro della cittadina, ha cominciato a fischiare mentre Sarkozy scendeva dalla sua auto. Alcuni hanno gridato: "Sarkozy presidente dei ricchi!", "Sarkozy vattene". Altre persone hanno esposto uno striscione con la scritta: "Sarkozy, lavorare sette giorni su sette fino a 77 anni per assicurare la crescita". Le contestazioni hanno costretto il presidente francese a rifugiarsi in un bar, contro cui sono state lanciate delle uova.

Il presidente francese ha lasciato la cittadina, prima del previsto, denunciando "la violenza e il comportamento inammissibile di una minoranza". Il presidente ha lamentato che alcuni militanti socialisti si fossero "alleati ai separatisti baschi" per manifestare contro di lui e ha chiesto ai suoi sostenitori "di non comportarsi mai allo stesso modo. Qui siamo in Francia - ha detto - e il presidente della Repubblica deve poter recarsi ovunque sul territorio".

Leggi tutto