Costa Allegra, Nicastro: "Così l'Italia coordina i soccorsi"

1' di lettura

Il comandante della Guardia costiera spiega a SkyTG24 come sono state gestite le operazioni per aiutare la nave rimasta bloccata nell’Oceano Indiano. E spiega che, a causa delle correnti, slitterà a giovedì l’arrivo dell’imbarcazione alle Seychelles

Naufragio Costa Concordia: SPECIALE - FOTO

FOTO: Costa Allegra alla deriva - Il transatlantico trainato da un peschereccio

Slitta l’arrivo alle Seychelles della Costa Allegra, la nave da crociera italiana rimasta bloccata lunedì 27 febbraio in pieno Oceano Indiano dopo un’avaria ai motori.
“La nave continua a essere trainata dalla motopesca francese e fino questa notte la velocità era di 6 nodi – spiega a SkyTG24 il comandante della Guardia costiera italiana, Cosimo Nicastro – Ma l’imbarcazione ha dovuto rallentare per una forte corrente e ha ridotto la velocità a 4,5 nodi. Così le previsioni sull’arrivo si sono spostate in avanti e ora sono approssimativamente intorno alle 5.30 (di giovedì 1 marzo, ndr) ora italiana”.

Dall'allarme della nave ai soccorsi internazionali - Il comandante Nicastro spiega anche come si è attivata la macchina dei soccorsi e come questi sono stati coordinati anche dalla Guardia costiera italiana: “L’emergenza a bordo è scattata alle 11 e sono stati messi in atto tutti i dispositivi. Le comunicazioni sono state immediate e la Guardia costiera si è trovata a gestire un soccorso a livello internazionale. Ci era già capitato ma in questo caso si trattava di un’unità da crociera con mille persone a bordo, quindi una cosa molto diversa”.

L'individuazione del peschereccio francese - “Quando abbiamo ricevuto il segnale di emergenza – racconta Nicastro – abbiamo attivato una finestra con dei satelliti che hanno cominciato a monitorare con una frequenza breve non solo la nave ma anche l’area circostante. Questo ci ha permesso di individuare un’unità mercantile in transito nella zona, anche se non vicinissimo. Abbiamo così identificato questa unità, l’abbiamo contattata e chiesto di raggiungere il luogo dell’emergenza. Questo è stato fatto di concerto con la Guardia costiera delle Seychelles che ha l’autorità in quella zona. C’è stata grande collaborazione”.

La Costa: "Situazione a bordo è buona" - Costa Crociere intanto informa che la situazione a bordo è regolare, i passeggeri sono in buone condizioni e vengono assistiti anche grazie a un servizio di elicottero quotidiano attivato dalla Compagnia.
Nelle prossime ore la nave verrà raggiunta da alcuni membri del Costa "Care Team" che si attiveranno per raccogliere e organizzare le singole esigenze di rimpatrio per tutti i passeggeri. I membri del Care Team presenti sull’isola si stanno invece occupando di organizzare il servizio di accoglienza a terra e stanno approntando i trasferimenti aerei per i rientri secondo le diverse esigenze e preferenze.
Sono già stati opzionati oltre 600 posti aerei per organizzare i rientri e oltre 400 camere d’albergo per eventuali necessità di soggiorno.

I passeggeri non possono telefonare - Intanto, i passeggeri di Costa Allegra non sono ancora riusciti a telefonare a casa ai parenti. Quantomeno non ci sono riusciti i coniugi Carlo e Maria Bottiroli, di Alassio. Lo hanno reso noto le figlie della coppia, Ebe e Paola Bottiroli, che attendono con ansia crescente di mettersi in contatto con i genitori. "Sappiamo che stanno bene, ma vorremmo saperlo anche direttamente da loro - ha detto Paola -. Nostra madre ha anche qualche problema di salute, siamo un po' preoccupate".
A bordo dell'Allegra c'è anche un passeggero della Valbormida, Riccardo Viola, 31 anni, di Cairo Montenotte, di professione videoperatore. Sta realizzando una serie di filmati commerciali da utilizzare da vari tour operator proprio per promuovere questo tipo di vacanze. Ma, come riferito dai familiari, anche lui non è ancora riuscito a telefonare. "Attraverso la nostra agenzia di viaggi - ha detto il padre, Giuseppe Viola - Costa ci ha fatto sapere che Riccardo sta bene, così come tutti gli altri passeggeri. Certo che quando lo sentiremo di persona saremo sollevati".

Leggi tutto