Sarkozy: "Mi ricandido". E Obama lo accoglie su Twitter

1' di lettura

Il presidente francese ufficializza la decisione di voler correre per l'Eliseo per il secondo mandato contro il socialista Hollande. "Francia forte", lo slogan. E intanto la Casa Bianca gli dà il benvenuto sul social network. VIDEO

Guarda anche:
Il Twitter che non t'aspetti per la corsa all'Eliseo
L'ex signora Sarkozy torna in campo con un blog
Bayrou, candidato all'Eliseo sotto il segno del we

Un capitano non abbandona la nave in tempesta e Nicolas Sarkozy non vuole abbandonare la Francia in piena crisi: così il presidente uscente ha spiegato in diretta ai francesi perché si candida ad un nuovo mandato di cinque anni all' Eliseo . Lo slogan della sua campagna elettorale è 'La Francia forte', il distacco da colmare in questi due mesi nei confronti dell' avversario socialista, Francois Hollande , è di cinque punti secondo i sondaggi.
"Sì, sono candidato alle presidenziali": nessuno ne aveva mai davvero dubitato, ma l'altalena di ipotesi - nutrita ad arte dall'Eliseo - ha tenuto comunque alta l'attenzione sulle intenzioni del leader uscente.

Cinquantasette anni, eletto la prima volta nel 2007, Sarkozy ha spiegato di aver deciso di chiedere la riconferma "da diverse settimane": "Ho deciso - ha spiegato - perché la situazione oggi in Francia, in Europa, nel mondo, che da tre anni affronta una successione di crisi senza precedenti, fa sì che non chiedere di nuovo la fiducia dei francesi significherebbe abbandonare il posto".
Praticamente, come "il capitano di una nave che si trova in piena tempesta". Non ha esaurito la sua missione, Nicolas Sarkozy, anzi. Il presidente uscente ha vantato le riforme portate a termine - prime fra tutte quella dell'università e quella delle pensioni - ma ha promesso di "restituire la parola al popolo con i referendum", menzionando la prima di queste consultazioni, che punta ad inasprire le condizioni per l'elargizione del sussidio ai disoccupati.
"Il presidente ha più doveri che diritti", ha sottolineato Sarkozy, aggiungendo di avere "delle cose da dire ai francesi, delle proposte da fare" per raggiungere quell'obiettivo di "Francia forte" condizione indispensabile affinché il paese sia "protetto": "se la Francia farà delle scelte che la situeranno nel nuovo mondo, sarà forte - ha insistito - se sarà debole, rimarrà esposta". "

Guarda il video:




Insomma, il nuovo Sarkozy è pronto ai blocchi di partenza, è un uomo che afferma di aver "imparato sulla Francia e sui francesi" in questi cinque anni. E di aver capito soprattutto che loro non vogliono "che si rinunci".
Tutto è pronto: da poche ore Sarkozy è anche su Twitter e ha ricevuto il benvenuto dall'account ufficiale della Casa Bianca, che ha pubblicato una foto di uno degli incontri tra il presidente francese e quello americano.

Guarda il video:


Leggi tutto