Afghanistan, Karzai: "Al via negoziati con Usa e talebani"

1' di lettura

Il presidente al Wall Street Journal parla di "una schiarita importante negli sforzi per porre un termine ad una guerra durata 10 anni". Il movimento religioso precisa: nessuna trattativa a tre, "solo colloqui esplorativi con gli americani"

Guarda anche:
Afghanistan, lo speciale
Tutte le immagini dall'Afghanistan

(in fondo all'articolo tutti i video sull'Afghanistan)

I governi Usa e afghano hanno avviato negoziati segreti a tre con i talebani. Lo ha detto il presidente Karzai al Wall Street Journal, il quale ha rivelato "una schiarita importante negli sforzi per porre un termine ad una guerra durata 10 anni". Karzai non ha voluto svelare però dettagli dei contatti.

"Le persone in Afghanistan vogliono la pace, compresi i Talebani - ha spiegato il presidente -. Hanno famiglie, parenti, bambini e stanno passando un periodo difficile. Tenderei a dire che sì, vogliono la pace".

Parole in parte smentite dal portavoce dei talebani, Zabihullah Mujahid, che ha precisato che il gruppo non ha avviato colloqui con il governo afghano. Ha però confermato come "ad alti livelli ci siano colloqui esplorativi tra americani e talebani".

Sulla questione è intervenuto anche il segretario generale della Nato, Anders Fogh Rasmussen: "Più manterremo forte la pressione militare sui talebani, più chance avremo di far capire loro che non ci sono soluzioni militari e che è meglio se si siedono al tavolo dei negoziati".

Le rivelazioni di mercoledì 15 arrivano mentre il presidente afghano si trova ad Islamabad per un vertice con i colleghi di Pakistan ed Iran. Ha incontrato il premier pachistano Yousuf Raza Gilani che gli ha assicurato l'intenzione del suo governo di sostenere il processo di riconciliazione in Afghanistan. In un incontro privato, hanno riferito fonti nella capitale pachistana, i due leader hanno anche approfondito la questione del negoziato con i talebani e del modo migliore per affrontarlo.   

Da parte sua il portavoce del ministero degli Esteri di Islamabad, Abdul Basit, ha manifestato ottimismo per i risultati del vertice che vede allo stesso tavolo oltre a Karzai, anche il pachistano Asif Ali Zardari e l'iraniano Mahmoud Ahmadinejad. Dallo sforzo congiunto di questi tre capi di Stato, ha concluso, possono venire buone notizie per la pace e la stabilità in Afghanistan.

La guerra in Afghanistan è stata la prima mossa militare degli Usa dopo gli attacchi dell'11 settembre del 2001. Una lunga campagna alla quale ha partecipato anche l'Italia all'interno della coalizione internazionale con uomini e mezzi, caduti e polemiche, successi e fasi critiche.

Leggi tutto